Qube, prima la rissa poi spunta il coltello: giovane ferito al volto e al braccio

A finire in ospedale un 26enne umbro, ma residente a Tor Bella Monaca. A soccorrerlo per primi i carabinieri del Nucleo radiomobile. Bloccato durante la fuga l'aggressore, un minorenne. Sequestrato il coltello a serramanico

Ancora il Qube al centro della cronaca romana. La discoteca di via di Portonaccio è stata, suo malgrado, teatro dell'ennesima rissa. Dopo le scene da far west del gennaio scorso quando diversi furono i colpi di pistola esplosi, nella notte tra sabato e domenica una rissa ha provocato il ferimento di un 26enne umbro, ma residente a Tor Bella Monaca, e il conseguente arresto di un minorenne. Il 17enne, residente a Monte Compatri, dovrà rispondere dell'accusa di lesioni gravissime.

A trarlo in arresto i carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma, diretti dal Tenente Colonnello Claudio Rubertà. Secondo quanto ricostruito dai militari tra i due, intorno alle 1 e 30, sarebbe nata una lite per futili motivi. Prima parole, poi le mani, quindi è spuntato un coltello. Il minorenne avrebbe inferto due fendenti al 26enne che, raggiunto al volto e al braccio, si è accasciato al suolo. Il giovane monticiano avrebbe quindi tentato la fuga, ma inseguito da un amico della vittima, è stato quindi bloccato alcuni metri più avanti.

A dare l'allarme i suoi amici che hanno fermato la pattuglia dei carabinieri che casualmente passava da lì. Sono stati i militari a chiamare i soccorsi. Il giovane, portato al Vannini, non sarebbe in pericolo di vita. Secondo quanto si apprende però le ferite riportate avrebbero reso indispensabile un'operazione, effettuata al Policlinico Umberto I dove sarebbe stato trasferito questa mattina presto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari hanno sequestrato il coltello a serramanico usato dal 17enne. Nella sua abitazione sarebbe stato ritrovato un altro coltello. Il minorenne si trova ora detenuto nel centro di prima accoglienza per minori di via Virginia Agnelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

Torna su
RomaToday è in caricamento