Rissa fra detenuti: italiani contro stranieri si affrontano nel carcere di Velletri

Lo rende noto il sindacato di Polizia Penitenziaria Sippe: "Sono stati momenti molto difficili"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Rissa nel carcere di Velletri dove un gruppo di detenuti stranieri con un gruppo di detenuti italiani hanno creato disordini scontrandosi ferocemente tra di loro nella sezione detentiva dove erano ristretti. Lo scontro è stato molto violento tanto da indurre i detenuti a rompere tavoli e sgabelli per procurarsi dei bastoni e potersi colpire violentemente. A darne notizia sono i sindacalisti del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) Carmine Olanda e Ciro Borrelli. 

"Sono stati momenti molto difficili - commenta Olanda - gestire lo scontro tra detenuti non è stato assolutamente facile, i detenuti in quel momento erano fuori controllo e disposti a qualunque altro gesto lesivo nei confronti di chiunque gli avvicinasse. Si sta cercando di capire i motivi dello scontro - continua il sindacalista - che fortunatamente si è concluso grazie al tempestivo intervento degli Agenti di Polizia Penitenziaria che hanno saputo ripristinare con grande professionalità l'ordine della sezione detentiva senza fare l'uso legittimo della forza. Durante lo scontro alcuni detenuti hanno riportato molteplici ferite sul corpo e sulla testa, per uno di loro è stato necessario il trasporto in Ospedale per avere subito una grave ferita alla testa. Fortunatamente nessun ferito da parte degli Agenti di Polizia Penitenziaria, ma la situazione poteva improvvisamente degenerare. Sempre nella stessa mattinata - conclude Olanda - alcuni detenuti stranieri si sono barricati nella propria cella, arrivando anche a minacciare chiunque gli si avvicinasse perché si rifiutavano ad essere prelevati dal Personale di Polizia per essere tradotti in altra struttura". 

Il Penitenziario di Velletri alla data del 30 novembre 2019 ospitava 591 detenuti di cui 203 detenuti stranieri su 411 posti letto regolamentari. Come Sindacato ci siamo appellati all' Europarlamentare Matteo Adinolfi per farsi portavoce in Parlamento Europeo affinché si possa trovare una soluzione sulla custodia dei detenuti stranieri che in Italia alla data del 30.11.2019 ammontano a 20.091 su una popolazione detenuta di 61.164 Ci congratuliamo ancora una volta per la grande professionalità che la Polizia Penitenziaria che a saputo dimostrare nonostante le condizioni disperate in cui si trova a lavorare.
 

Torna su
RomaToday è in caricamento