Mirco Ricci perde il titolo e al Palazzetto scoppia la rissa, ferita una bimba

La rissa riportata sulle pagine della Gazzetta dello Sport nel corso dell'incontro di boxe fra Ricci e Demchenko. Le violenze dopo il ko dell'atleta romano

Epilogo rovente a Roma nel corso dell’incontro valevole per il titolo Ue dei Mediomassimi di boxe. Una maxi rissa scoppiata quando il pugile romano Mirco Ricci ha perso l’incontro ed il titolo al decimo round, subito dopo che l’arbitro ha assegnato la vittoria per ko tecnico al pugile ucraino Serhyi Demchenko. I fatti riportati da Giorgio Lo Giudice che sulle pagine della Gazzetta dello Sport’ ha descritto la “serata vergognosa”.

IL PREAMBOLO - Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport prima del rovente epilogo fuori dal Palazzetto, mentre si svolgeva l’incontro valevole per il titolo leggeri, due gruppi non meglio identificati di persone avevano già dato vita ad una rissa. Poi l’incontro fra Mirco Ricci e Serhyi Demchenko, valevole per il titolo Ue dei mediomassimi. 

L’INCONTRO - Già prima della rissa, come riporta sempre la Gazzetta, la “situazione degenera da subito, con gruppi di sostenitori che invadono il bordo ring, minacciano il pubblico seduto che protesta perché non riesce a vedere il ring, e per non farsi mancare niente minaccia anche gli uomini della Security che cercano di sloggiarli”

IL KO - Un incontro che si era messo bene per il pugile romano Mirco Ricci, al decimo round la sorpresa: “Ricci (record 17-2 prima del match) in vantaggio grazie ad alcuni colpi veloci e precisi (...) il romano si mette un pò a gigioneggiare, con le braccia basse, invitando l’avversario a farsi avanti. Serhyi Demchenko è un pugile esperto (15-9-1 il record prematch), oltre che bravo, e non se lo fa ripetere. Aspetta l’ccasione giusta che arriva alla decima ripresa, con un gancio preciso e forte che mette k.o. in piedi Ricci, incapace di reagire. L’arbitro giustamente ferma l’incontro decretando il k.o.t. e a quel punto si scatena l’inferno”.

LA RISSA - Una maxi rissa nella quale, riporta ancora da Giorgio La Giudice: “Volano alcune sedie e una colpisce anche una bambina portata nell’ambulanza di servizio per medicarla. Assalita anche la vigilanza, impossibilitata a svolgere i propri compiti (...) Ci vuole qualche minuto per riportare una parvenza di calma, con la gente che nel frattempo prova a guadagnare l’uscita spaventata (...) Una bolgia provocata a bella posta e senza motivo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di gennaro sabucci
    gennaro sabucci

    Che sei un cojone e un infame e prima poi 2 botte le ripii sicuro! Magari stavolta fanno centro però

  • Se è un cojone ve là dovete pia con lui.se pensava che vinceva e ja buttato al kulo peggio de cantatore l'altro cojone.mo mirke te tocca rianna a fa er voatto le bravetta che du scoppiettate le ripii

  • Che vergogna! Il pugilato è un arte che deve essere rispettata, non questa merxa!

  • Ma che pensa de esse roki con le braccia abbassate ko zitti e tutti a casa megalomane.

  • I soliti beceri coattoni...che tristezza

Notizie di oggi

  • Politica

    Strisce blu a cinque Stelle: fino a 3 euro in centro, un euro e cinquanta nell'anello ferroviario

  • Politica

    Concordato Atac, dalla Procura arriva parere favorevole

  • Incidenti stradali

    Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Cronaca

    Dopo un weekend di allarmi trovata busta con esplosivo, evacuati banca e bar

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla Pontina: scooterista investito da tir, morto 60enne

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Mezza Maratona di Roma: 21 chilometri in notturna, sabato con strade chiuse e bus deviati

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Ostia: Noemi Carrozza muore in incidente stradale, nuoto italiano sotto choc. Addio a stella del sincro

  • Immersione fatale per un noto chirurgo ortopedico: morto Fabio Lodispoto, operava alla Mater Dei

Torna su
RomaToday è in caricamento