Caos carte identità: tensione all'ufficio anagrafe, sfiorata rissa in via Fracchia

Le tensioni intorno alle 12 negli uffici municipali di Talenti. Necessario l'intervento della Polizia Locale di Roma Capitale

Gli uffiici municipali di via Umberto Fracchia (foto google)

Caos carte d'indentità all'ufficio anagrafe del III Municipio Montesacro dove questa mattina si è sfiorata la rissa, sventata grazie all'intervento degli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. Gli attimi di concitazione intorno alle 12 nei pressi dello sportello dell'Ufficio Anagrafico di via Umberto Fracchia. In particolare le tensioni sono avvenute allo sportello che si occupa di emettere le carte di identità per chi ha motivi di urgenza, servizio gestito direttamente da una delle responsabili. 

Rissa all'ufficio anagrafe di Talenti 

Una lunga mattinata. Dopo ore di attesa, con l'ufficio oberato di lavoro e in carenza di personale, gli utenti si sono accalcati nel corridoio laterale dove la ressa si è trasformata in rissa tra spintoni, insulti e grida. Alcuni dei cittadini hanno accerchiato le dipendenti che, spaventate, hanno dovuto chiamare i vigili urbani.

Totale assenza di Comune e Municipio

I fatti hanno trovato il commento di Francesco Filini e della consigliera Fdi in III Municipio Giordana Petrella: "Questo è il risultato della totale assenza di Comune e Municipio. Quel che è accaduto oggi è l'inevitabile conseguenza della disorganizzazione e dei disagi che denunciamo da tempo ma che, nei mesi, non ha avuto alcuna risposta. La nostra solidarietà va ai dipendenti dell'anagrafico costretti a lavorare in pessime condizioni e ai cittadini alle prese con ritardi e tempi lunghissimi per certificati e documenti". 

L'inferno delle carte d'identità

Non sono nuovi i disagi legati al rinnovo delle carte d'identità. Ci vogliono mesi per un appuntamento agli uffici dell'anagrafe se si segue il regolare percorso con prenotazione web sul sito del Ministero degli Interni.  La ragione? Il formato elettronico del documento, approvato e reso obbligatorio da Roma Capitale dal 2015. Tra i problemi legati alle procedure il numero insufficiente di computer adatti, ma ancora di più la carenza di personale negli uffici. Lunghe code e nervosismi in fila sono ormai la prassi. Talvolta sfociano in spintoni e mezze risse, come in via Umberto Fracchia. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Salve. Io ieri ero a via Fracchia per il IV appuntamento per una carta d'identità d'urgenza. Non ero lì alle 12, quindi non posso raccontare, ma capisco l'esasperazione che serpeggia tra i cittadini. La pazienza l'abbiamo esaurita. E se per una carta si impiegano mesi, non è solo questione di sistema. Al secondo appuntamento, gli sportelli erano tutti chiusi per assemblea sindacale. La settimana prima qualcuno aveva chiamato la polizia per lo stesso motivo. Al terzo appuntamento, dato per le 8.42 (l'Ufficio apre alle 8.30 al pubblico), abbiamo discusso con la funzionaria perché alle 8.50 la tendina era ancora chiusa, e non si riescono ad avere informazioni; e se qualcuno esasperato alza un po' il tono di voce viene mangiato vivo. Ieri, da ultimo, una coppia ha chiamato la polizia per un problema con la funzionaria. In tre settimane, noi abbiamo assistito a due chiamate delle forze dell'ordine e da parte dei cittadini, ed una ci è stata riportata. Ci vogliamo porre un problema di organizzazione o no? Sono sottostaffati, dite. E perché deve rimetterci il cittadino? perché dobbiamo sempre essere noi a portare pazienza, a essere flessibili, ad attendere che ci venga erogato il servizio richiesto? io ho perso tre mattinate lavorative. Ci rendiamo conto che è un problema o no? e per rispondere a chi dice che anche i cittadini possono pensarci prima, mi viene da dire che se lo si sapesse forse ci si saprebbe organizzare. Ma in questa città non mi risulta che il Comune o i Municipi abbiano avvertito che per rifare una carta d'identità in scadenza si impiegano 6 mesi. E comunque a Milano in 8 giorni si fa, e i Milanesi la considerano una grave inefficienza perché non è immediato come prima. Ma la piantiamo di adattarci a qualunque disservizio? se c'è un problema va risolto, ma non sono i cittadini a doverne pagare le conseguenze.

  • appuntamento preso 4 mesi fa. scandaloso. da terzo mondo. i funzionari pubblici vanno licenziati in tronco per questi disagi intollerabili

  • Siamo troppi

  • Il problema non è di facile soluzione perché se è vero che il picco di richieste di carte di identità si verifica sempre in questi giorni e quindi dovrebbe essere facilmente prevedibile dai responsabili, dall'altra anche per i dipendenti, già scarsi negli organici, è periodo di ferie con l'aggravante che i mezzi per produrre tale particolare documento ancora scarseggiano. Forse i cittadini dovrebbero prendere l'abitudine di prepararsi per tempo a tale richiesta e non ridursi all'ultimo giorno...

  • Siamo anche troppo pazienti!!! Non funziona niente. Ore ad aspettare i bus, mesi per rinnovare un documento, anni per fare una visita medica e noi ROMANI saremmo impazienti? E non dimentichiamoci che li paghiamo tutti questi servizi!!!!!! Scusate, dimenticavo l’A. M. A. e qualche buca quá e là!

  • La maleducazione romana? I servizi non funzionano e noi siamo i maleducati?!!! Non funziona nessun ufficio pubblico e infatti si vedono i risultati !

    • Sono d'accordo, con questa offerta di servizi pessima dovrebbero baciare la strada dove passiamo per la pazienza se ancora non siamo esplosi. Roba da matti!

      • infatti stiamo esplodendo, e questi sono i risultati...

  • concordo per la maleducazione ma a volte le reazioni esagerate sono dettate da servizi da quarto mondo. purtroppo lo stato sociale è stato smantellato completamente.

    • Si ricordi che anche noi cittadini siamo di quarto mondo... pretendendo soltanto senza dare mai....

      • si difatti non dico il contrario. il problema è che c'è sempre qualcuno che non si mette mai nei panni dell'altro. Quando sono pedone accuso gli automobilisti che non si fermano sulle striscie, quando sono pilota maledico il pedone perché pretende che io rallenti.. Sono sicuro che i tanti giustizialisti quando toccherà a loro rinunciare a qualcosa avranno delle bellissime giustificazioni.. legalità si ma a casa loro...

  • Mettiamoci anche la classica maleducazione del romano medio, incapace di aspettare neanche al semaforo per pochi secondi (ricordatevi cosa succede appena scatta il verde..), figurarsi aspettare in tranquillità in coda.. popolo da quarto mondo..

    • Concordo.... quelli che protestano saranno quattro ignoranti che devono partire in vacanza e si ricordano all'ultimo istante.... Poi il dipendente, Romano anche lui, che se fa 100 carte o ne emette una prende sempre 1200€ per cui fate voi il mix..... La città la fa chi la vive e noi Romani siamo una brutta espressione.....

    • Cervello che vola

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Casilina, il prelievo al bancomat diventa un incubo. Il racconto: "Prima il coltello alla gola, poi la rapina"

  • Politica

    Occupazioni, si lavora a nuova lista di sgomberi. Movimenti in piazza: "Ci difenderemo"

  • Serpentara-Fidene

    I rifiuti restano nel TMB Salario, personale trasferito. I sindacati: "Ama ammette rischi salute"

  • Corviale

    A Corviale passo importante verso il chilometro verde: si parte con la liberazione del quarto piano

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 13 gennaio

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

  • Cinecittà est: 22enne trovata morta nel bagno di un bar

Torna su
RomaToday è in caricamento