homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ostiense: rissa fuori la discoteca finisce a coltellate, due feriti gravi

I due giovani trasportati in codice rosso in ospedale. Le violenze in via Giuseppe Libetta, indaga la polizia

Via Libetta cuore della Movida dell'Ostiense (foto d'archivio)

Parole pesanti, offese, poi gli animi si surriscaldano a causa dell’alcol ingerito e scappano le coltellate. La violenta rissa è scoppiata alle 4:00 della notte di sabato fuori una discoteca di via Giuseppe Libetta, strada della Movida notturna dell’Ostiense. A rimanere gravemente feriti due ragazzi romani di 24 e 26 anni, trasportati in codice rosso con ferite da armi da taglio agli ospedali San Camillo e San Giovanni. 

SANGUE IN TERRA - Una maxi rissa fra due gruppi di persone scoppiata fuori dalla discoteca Goa, completamente estranea ai fatti. A darsele di santa ragione prima con calci, pugni e bottiglie e poi con l’uso delle lame due comitive di ragazzi romani. Ancora da accertare la scintilla che ha acceso la miccia, fra le ipotesi quella di avances ad una ragazza di uno dei due gruppi. Dalle parole si è poi passati ai fatti con le ambulanze del 118 che una volta arrivata in via Libetta hanno trovato i due feriti privi di sensi riversi in una pozza di sangue sull’asfalto. 

“NON RICORDO NULLA” - Trasportati d’urgenza in due diversi nosocomi della Capitale i medici hanno poi informato gli agenti di polizia del Commissariato Colombo. Ascoltati i due feriti, arrivati in ospedale ubriachi, hanno riferito agli investigatori di non ricordare nulla di quanto accaduto. Gli agenti sono poi andati anche in via Libetta per cercare tracce e testimoni della rissa finita a coltellate.

FERITI IN OSPEDALE - Arrestati per “rissa aggravata”, il 24enne si trova all’ospedale San Camillo con 20 giorni di prognosi a cause delle coltellate ricevute sulle natiche e sui fianchi, oltre a lividi e contusioni varie. Trenta i giorni di prognosi per il 26enne trasportato invece all’ospedale San Giovanni. 

LA NOTA DI PRECISAZIONE DEL GOA CLUB

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Alla redazione di RomaToday, sono il Presidente di Officine Fotografiche Roma sito in via libetta 1...da 2 giorni avete inserito l'immagine della nostra sede in Via Libetta che non ha nulla a che vedere con i fatti di cronaca. In quell'edificio operano una scuola di fotografia e una scuola di musica..sarebbe opportuna una vostra verifica e una nota a margine della foto in questione altrimenti saremo costretti a denunciarvi per diffamazione...siete pregati di togliere quando prima questa foto. E magari mandare un fotografo a realizzare delle immagini sul luogo. E non usare foto tratte da google map.

    • Cioè, state a via Libetta, ma non volete stare su una foto che ritrae via Libetta? Potevate aprì ar Quadraro.

      • Caro Armando te sei mangiato il riso stamattina? mi sembra cosi chiaro il messaggio..

        • Chiarissimo caro Emilio, dice che vorreste "denunciare per diffamazione". Ora, parlando l'articolo di rissa fuori una discoteca e standocene a via Libetta una miriade, mi sembra già inutile la nota del Goa, anche se parzialmente giustificata dalla citazione diretta del loro nome. Ma la vostra, che discoteca non siete e a quell'ora di notte magari eravate pure chiusi, che c'entra?

          • E questo il punto se tu fai un'articolo di cronaca e indichi uno stabile forse ti viene spontaneo pensare che quello sia il luogo del fatto di cronaca..appunto ho tenuto a precisare...noi siamo ben contenti di stare a via libetta e abbiamo continui scambi con i gestori dei locali che vivono male questa situazione e questi eventi gettano tante ombre su tutte le realtà che operano su Via Libetta..tra l'altro dall'immagine non si evince che sia via libetta ma si identifica molto bene lo stabile indicato che potrebbe essere considerato un locale...questa e una precisazione che l'autore dell'articolo dovrebbe quanto meno scrivere..

            • Certo che si evince che è via Libetta, ma il punto secondo me è: nell'articolo c'è già scritto che la rissa è scoppiata fuori da una discoteca, ma se la gente si massacra, la colpa non può essere del posto dove lo fa, piuttosto che della propria inciviltà. Quindi, voi della scuola di musica e fotografia, che danno di immagine ne subireste? C'è scritto che erano vostri allievi?

  • Dove abito ora io, non c'è nemmeno uno straccio di locale, ma le comitive di ragazzi si "sconvolgono " anche per stare in piazza. Io esco da quando avevo 16 anni e un coltello dietro non lo mai portato. Manca totalmente lo stato con le sue leggi la scuola con la sua cultura e la famiglia con la sua educazione. Siamo un paese incivile dobbiamo accettarlo. Sta a noi se subirlo o cambiare.

  • Farle chiudere preventivamente questi locali ghetto gestiti da criminali che prima oltre l'orario consentito abbondano fiumi di alcolici anche a minorenni. Eccone un esempio de La Movida Romana

  • Preventivamente da far chiudere queste discoteche ghetto frutto di esercenti criminali. Naturalmente nessuno ha visto niente,nessuno ha saputo dire niente. La sospensione della licenza sarebbe il minimo, basterebbe inviare agenti in borghesi per verificare il trattamento che riservano codesti gestori,per farli chiudere definitivamente la stessa sera,con fiumi di alcolici oltre l'orario consentito,ma siamo nella Capvt Mvndi ove tutto drammaticamente è consentito,fino a quando episodi di un certo spessore tristemente accadono,con i propri genitori che attendono che i propri figli facciano rientro in casa invece di rincorrerli in un Pronto Soccorso. Prefetto e Questore di Roma meditate...

Notizie di oggi

  • Politica

    Vigili, Raffaele Clemente non è più Comandante. La lettera d'addio

  • Cronaca

    Prestanome, bar, panifici e ristoranti: così i Fasciani facevano affari a Ostia

  • Cronaca

    Balduina, si rompe conduttura d'acqua: garage allagati, evacuati i residenti

  • Politica

    Raggi in Campidoglio: la sindaca commossa dal balcone del suo studio

I più letti della settimana

  • Elezioni Roma, risultati ballottaggio sindaco: tutti gli aggiornamenti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro furgone-scooter, morto 37enne

  • Elezioni Roma, nei municipi sinistra disintegrata: è tsunami Cinque Stelle

  • La lettera del marito della Raggi: "Hai avuto un coraggio da leonessa"

  • Elezioni Roma 2016: tutti gli eletti in Consiglio comunale

  • Elezioni Roma 2016, ballottaggio per Comune e municipi: notizie e aggiornamenti

Torna su
RomaToday è in caricamento