lunedì, 01 settembre 17℃

Tivoli: risposte errate per il concorso pubblico. Istanza di rettifica

Quiz non aggiornati tra le 2009 domande pubblicate sul sito del Comune per un posto di assistente amministrativo categoria C. Un candidato chiede di posticipare la preselezione del 20 febbraio ai fini della validità e della correttezza della prova

Mauro Cifelli 10 febbraio 2012

Incredulità. Questo lo stato d’animo che ha colpito uno dei 329 candidati ai due posti di assistente amministrativo presso il Comune di Tivoli. Un dubbio che ha preso forma nel momento in cui il suddetto cittadino ha scaricato dal sito web del Comune della città dell’Arte le 2009 domande, ciascuna con 4 risposte, tra le quali verranno estratte le 20 che verranno consegnate ai candidati durante le preselezioni (Protocollo 5489 del 25 gennaio 2012) previste per il prossimo 20 febbraio. Tra queste alcune non aggiornate alle normative legislative vigenti.  

DUE POSTI FISSI: “Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 2 posti a tempo indeterminato di assistente amministrativo, categoria C, posizione economica C1”. Questa l’oggetto della Determinazione dirigenziale della segreteria generale (n. 1875 del 15 dicembre 2011) pubblicata tra gli atti del Comune di Tivoli. Documenti del concorso scaricabili per intero dal sito di Palazzo San Bernardino, tra i quali, oltre al bando, si annoverano il numero dei candidati ammessi alla prova (329 con 6 esclusi), l’avviso ai concorrenti sulle date e le modalità delle prove di preselezione (che si dovrebbero tenere il prossimo 20 febbraio a partire dalle 9 del mattino presso l’Hotel Duca d’Este di via Tiburtina 330 a Tivoli Terme), e le 2009 domande ciascuna con 4 risposte multiple, tra le quali verranno estratte le 20 alle quali ciascun candidato dovrà rispondere.

PRIMI DUBBI: Dato via al bando di concorso, da qualche settimana le 2009 domande sono state pubblicate sul sito del Comune di Tivoli. Domande complesse, un groviglio di leggi e conoscenze amministrative sulle quali ciascun candidato sta facendo i propri studi. Domande in relazione alle quali si presuppone ci sia una risposta esatta sulle 4 (anche se le risposte ciascun candidato le deve andare a cercare individualmente). Una certezza che nelle domande del bando di Tivoli non risulta tale, come scoperto da Jacopo Eugenio Tognazzi, ex assessore nella giunta guidata dall’allora sindaco Marco Vincenzi e da 14 anni impiegato presso una società di servizi privati di Roma.

CANDIDATO SCRUPOLOSO: Attualmente iscritto nella sezione di Tivoli di Sinistra Ecologia e Libertà, Jacopo Tognazzi è stato ammesso alla preselezione indetta per il prossimo 20 febbraio. Una candidatura ufficiale, con il 45enne tiburtino alle prese con le 2009 domande che verranno estratte per il quiz. “Una nuova possibilità lavorativa - spiega Tognazzi - fatta senza retropensieri o malignità, ma semplicemente per trovare un lavoro a Tivoli e smettere di fare il pendolare a Roma. Ho cominciato di buona lena la preparazione per poi scoprire che molti di questi quiz sono sbagliati. C'ho messo qualche tempo per convincermene, non credendo a quello che leggevo. Allora mi sono andato a vedere meglio tutti i quiz. E ne ho trovati altri che fornivano risposte erronee e incongruenti. Si può fare una preselezione su dei quiz sbagliati? Chi l'ha preparati? Quanto ci è costato? Il concorso si può tenere egualmente o si invalida? Oggi consegno al Sindaco la mia istanza con la quale chiedo la rettifica degli errori e una nuova data per la preselezione”.

Annuncio promozionale

DOMANDA 615: Risposte non aggiornate alle nuove disposizioni legislative che Jacopo Eugenio Tognazzi elenca. Tra queste la domanda 615 che recita: “A norma delle legge 5 febbraio 1992, n.91, il coniuge straniero di cittadino italiano, acquista la cittadinanza italiana:”. Domanda a cui seguono quattro risposte: quando domiciliato da 9 mesi nel territorio o da un anno (risposte A e C), o quando risiede legalmente da tre mesi o da sei mesi nel territorio delle Repubblica (risposte B e D). Da qui quello che Tognazzi definisce ‘pressappochismo”. Difatti facendo una semplice ricerca su internet si può ritrovare sul sito del Ministero dell'Interno la Legge n.91 del 5 febbraio 1992, che all’articolo 5 recita: “Il coniuge straniero o apolide, di cittadino italiano può acquistare la cittadinanza italiana quando, dopo il matrimonio, risieda legalmente da almeno due anni nel territorio delle Repubblica”. E sotto: “Articolo così sostituito dal Comma 11 dell’art.1 L. 15 luglio 2009 n. 94”(anch’essa scaricabile per intero sul sito del Ministero dell'Interno). Ergo: la risposta alla domanda risulta vecchia di almeno 20 anni, senza nessun aggiornamento alla vigente legislazione. Un esempio su 2009, anche se Tognazzi cita altre domande non aggiornate o incomplete, come la numero 43 sulla "Norma del D.LGS 267/2000 degli Enti Locali". “Che non tiene conto - sottolinea - di quanto previsto dal D.L. 7 ottobre 2008, n. 154, ovvero che le certificazioni siano firmate anche dall’organo di revisione economico-finanziario”.

ISTANZA RETTIFICA: Quiz non aggiornati (Tognazzi ne elenca altre due) che potrebbero essere anche altri. Partendo dal presupposto che basta l’errore della domanda 615 ad invalidare un bando pubblico. Per questo il 45enne tiburtino ha inviato in mattinata un’istanza al sindaco al Segretario Generale del Comune di Tivoli:volta ad ottenere la pronta rettifica dei quiz di preselezione pubblicati a valere sul bando di concorso pubblico per assistente amministrativo e la indicazione di una nuova data per lo svolgimento della prova di preselezione. (...) Rilevato come, nel corso dell’esame e dello studio dei quesiti a risposta multipla pubblicati, l’istante abbia avuto modo di verificare che in alcuni e specifici casi gli stessi quiz siano erronei, fornendo risposte multiple incongruenti ed errate, non tenendo in debito ed espresso conto delle modificazioni intervenute nel tempo nella normative prese in oggetto, compromettendo di fatto la preparazione alla prova di preselezione in questione e rappresentando in diritto motivi di invalidazione della stessa. Per quanto sopra esposto (...) chiede la pronta e generale rettifica dei quiz di preselezione ai fini della validità e correttezza della prova in calendario, dandone comunicazione a tutti i candidati; la definizione di una nuova data per lo svolgimento della preselezione in questione, in modo tale da assicurare a ciascuno un’adeguata preparazione sui quiz di preselezione rettificati".

Jacopo Eugenio Tognazzi
Tivoli
concorsi
istanze

Commenti