Rignano Flaminio ​e la Giornata della Memoria

Anche quest' anno la comunità rignanese ​ha ​celebra​to​ la "Giornata della Memoria"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Anche quest' anno la comunità rignanese ​ha ​celebra​to​ la "Giornata della Memoria" con un' iniziativa che ha coinvolto i ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo "O. Rovere". L'Amministrazione comunale ha promosso un concorso tra gli studenti interessati alla realizzazione del miglior testo sull'argomento dell'Olocausto. Gli studenti meritevoli, che sono stati premiati, alla presenza di alcuni rappresentanti del corpo docente, dell'Assessore alle politiche culturali Vincenzo Marcorelli e del Sindaco Fabio Di Lorenzi, partiranno nel mese di maggio, per il "Viaggio nella Memoria" ad Auschwitz e Birkenau. La commissione giudicatrice composta da: Domenico Paravati giornalista, Angelo Tarragoni ex dipendente scolastico, Lucia Freddo Responsabile del settore Scuola del Comune di Rignano, Silvia De Angelis e Annalisa Di Domenico insegnanti, ha scelto cinque elaborati, tra componimenti brevi, saggi e poesie.
Il Sindaco ha proclamato gli studenti che hanno realizzato il miglior elaborato: Valeria Attanasio e Wanda Carola Mennella classe 3 B; Valentina Agostinelli e Chiara Rocchi classe 3 C; Giulia Rongoni classe 3 D.
L'Assessore Marcorelli ha invitato i giovani a riflettere sulla giornata della memoria affinché possa essere per tutti un prezioso insegnamento di vita. "Gli studenti che abbiamo accompagnato nei luoghi dell'Olocausto gli scorsi anni, hanno avuto modo di rendersi conto che la storia ci insegna ad accettare le diversità e a vederle come una ricchezza".
"La Giornata della Memoria è un momento simbolico, particolarmente importante - sottolinea il Sindaco Di Lorenzi - è un'occasione per ricordare la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali e la persecuzione dei cittadini ebrei. L'impegno di questa Amministrazione, per preservare e diffondere il ricordo e la consapevolezza di quei crimini è pieno. Dal momento del nostro insediamento abbiamo rinunciato ad una parte della funzione di indennità di giunta, per rilanciare la cultura nelle scuole. Abbiamo promosso l'iniziativa "Viaggio nella Memoria", inoltre abbiamo messo a disposizione delle borse di studio per tutti gli studenti che raggiungeranno il diploma di scuola secondaria di primo grado, di scuola superiore e di laurea, con il massimo dei voti. Il 10 febbraio, ricorderemo anche la "Giornata nazionale in memoria delle vittime delle ​Foibe", insieme al prof. Parlato, che terrà un incontro/dibattito con gli studenti. Per concludere, ringrazio le insegnanti e la commissione esterna che hanno dedicato tempo al nostro progetto".

Torna su
RomaToday è in caricamento