Tivoli Terme: trasportavano rifiuti pericolosi nell'area di Stacchini, denunciati

Il fermo da parte dei carabinieri. Nel mezzo sequestrato condotto da un 25enne, rivenuti anche rifiuti speciali pericolosi

Il furgone con i rifiuti pericolosi sequestrato dai carabinieri a Stacchini

Li hanno sorpresi a bordo di un furgone  intenti a trasportare rifiuti speciali, pericolosi e non, consistenti in scarti di lavorazione ferrosa di vario genere,
batterie al piombo esauste e parti di elettrodomestici in disuso, accertando l’assenza della documentazione relativa alla gestione dei rifiuti. Per questo i
carabinieri della Stazione di Ciciliano hanno denunciato in stato di libertà  per violazione alle leggi a tutela dell’ambiente un 25enne ed un 20enne, enrambi di origine rom, domiciliati presso l’insediamento abusivo Stacchini di Tivoli Terme.

ACCERTAMENTI IN CORSO - Fermati e denunciati dai Militari dell'Arma, sono in corso accertamenti per classificare il materiale rinvenuto. Il mezzo e i materiali sono stati sequestrati. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Malore per la Raggi, sindaca di Roma ricoverata al San Filippo Neri

    • Politica

      Stadio della Roma, il tavolo finale: Raggi e As Roma svelano le carte

    • Cronaca

      "Strada deformata dalle radici": sulla Colombo limiti di velocità a 30 e 50 Km/h

    • Politica

      Il Rialto è stato rioccupato, le associazioni: "La democrazia non si sgombera"

    I più letti della settimana

    • Sciopero, a Roma mercoledì 22 febbraio a rischio metro e bus

    • Sciopero Roma, mercoledì 22 febbraio metro e bus a rischio

    • Trolley abbandonato in mezzo alla strada: allarme bomba in via del Corso

    • Sciopero Cotral: due sindacati lo annullano, tre lo confermano. Venerdì mezzi a rischio

    • Metro Rebibbia: accoltella e rapina una donna nel parcheggio, arrestato 41enne

    • Malore per la Raggi, sindaca di Roma ricoverata al San Filippo Neri

    Torna su
    RomaToday è in caricamento