Barricato in casa per sfuggire alla cattura, ricercato sotto falso nome scovato a Tor Pignattara

In manette un 30enne

Era ricercato da tempo per un cumulo di pene per spaccio di sostanze stupefacenti.  Alle prime ore di ieri mattina, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Torpignattara, lo hanno rintracciato ed hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Autorità Giudiziaria. A finire in carcere un tunisino di 30 anni.

Nascosto a Tor Pignattara 

L’uomo, con numerosi alias, alcuni giorni fa, è stato individuato dagli investigatori in un appartamento in via di Torpignattara, dove, unitamente alla moglie, un italiana di 53 anni, grazie alla fitta rete di fiancheggiatori, è riuscito spesso a cambiare rifugio per assicurarsi la latitanza.

Barricato in casa 

Nonostante le difficoltà riscontrate, i poliziotti, con l’ausilio del personale dei Vigili del Fuoco, hanno fatto irruzione nell’appartamento dove, il fuggitivo si era barricato per sfuggire alla cattura. Il 30enne nel corso della rocambolesca operazione, ha tentato nuovamente di sottrarsi all’arresto rifugiandosi in un nascondiglio, dentro un ripostiglio. Il ricercato, al termine, è stato accompagnato nel carcere di Rebibbia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento