Prima gli insulti razzisti al tassista indiano, poi l'aggressione e la rapina: arrestati due giovani fratelli

I due sono stati rintracciati dalla polizia che ha poi scoperto una centrale di spaccio

E’ iniziato tutto con un inseguimento in via Satrico. I ragazzi a bordo di un’auto, hanno tagliato la strada ad un tassista, gli si sono affiancati insultandolo e, dopo aver percorso contromano Circonvallazione  Appia, sono riusciti a raggiungerlo in Piazza Finocchiaro Aprile, dove l’uomo, un 57enne di origine indiana è stato costretto a fermarsi in prossimità di un semaforo rosso.

I tre ragazzi hanno iniziato a prendere a calci e pugni il taxi, per poi aggredire anche l’autista tirandolo a forza, fuori dall’ auto. La vittima è stata anche insultata con epiteti razzisti, nonchè rapinata del cellulare e dell’incasso giornaliero.

Ad avviare le indagini, nella immediatezza del fatto, la pattuglia del commissariato San Giovanni che, grazie ad un video acquisito da un passante, è riuscita a risalire alla targa della macchina utilizzata per la rapina.

Scoperto che l’auto era stata noleggiata, gli agenti sono risaliti all’identità del noleggiatore e  hanno iniziato a seguirne gli spostamenti. Individuata l’auto in via Praia a Mare in prossimità di un hotel, gli agenti sono riusciti a rintracciare  due degli aggressori, due fratelli di 19 e 18 anni. 

All’interno della loro stanza i poliziotti hanno sequestrato un panetto di hashish, mentre all’interno della vettura, è stato trovato un secondo panetto di hashish e uno di marijuana, nonchè il cellulare rapinato.

Nel prosieguo delle indagini, nell’abitazione dei due fratelli,  gli agenti hanno sequestrato  oltre 15 barattoli contenenti fertilizzante minerale per un peso complessivo di quasi 5 chili, un estrattore di fumo e altri panetti di hashish e marijuana per un peso complessivo di circa 1173 grammi.

Inoltre, dall’analisi dei cellulari dei due ragazzi, gli investigatori hanno trovato numerosi messaggi che facevano riferimento all’attività di spaccio e foto di un’ingente somma di denaro.

Pertanto, alla fine di effettuare approfonditi accertamenti, i due fratelli sono stati sottoposti al fermo per i reati di rapina con l’aggravante dell’odio razziale e  detenzione e spaccio  di sostanze stupefacenti.

Le indagini proseguono per rintracciare il terzo rapinatore.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento