Due rapine violente in pochi minuti, poi la fuga sul bus 69: arrestata banda

I quattro avevano messo a segno due furti in viale Somalia ed in via Val D'Ala. Fermati grazie alla collaborazione tra carabinieri ed un ispettore di polizia

Immagine di repertorio

In fuga su un bus Atac. A tentare di far perdere le proprie tracce dopo aver messo a segno due rapine nel volgere di pochi minuti prima al Quartiere Africano e poi al Quartiere delle Valli quattro cittadini romeni, di età compresa tra i 20 e i 22 anni, tra cui una ragazza, tutti nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti.

IN FUGA DOPO LE RAPINE - La banda stavano fuggendo a bordo di un autobus dopo aver messo a segno due rapine nel giro di pochi minuti, ma i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, grazie alla preziosa collaborazione di un Ispettore della Polizia di Stato in quel momento libero dal servizio, hanno sbarrato la strada al mezzo pubblico acciuffando la banda.

LE RAPINE - In due momenti differenti, ma a pochi minuti l’uno dall’altro, hanno rapinato del telefono cellulare una ragazza di origini peruviane di 22 anni ad una fermata dell’autobus di viale Somalia, poi, in via Val d’Ala, un runner di 65 anni – originario di Napoli ma da tempo residente a Roma - che stava allenandosi in strada a cui hanno strappato di dosso, dopo averlo aggredito con calci e pugni, il marsupio con telefono e portafogli.

FUGA SUL BUS 69 - In soccorso del 65enne, subito dopo la rapina, è arrivato un Ispettore della Polizia di Stato in servizio presso gli uffici del Gruppo Sportivo Fiamme Oro che, avendo notato dei ragazzi salire frettolosamente su un bus Atac della linea 69 le cui caratteristiche erano compatibili alla descrizione fornita dalla vittima, ha deciso di allertare il Numero Unico di Emergenza 112 e di mettersi all’inseguimento in sella al suo ciclomotore.

FERMATI A PIAZZA SEMPIONE - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, insieme ai militari della Compagnia Roma Parioli e Roma Montesacro, grazie alle indicazioni fornite dall’Ispettore, sono riusciti a sbarrare la strada al mezzo pubblico in piazza Sempione e, una volta saliti a bordo, hanno individuato e bloccato la banda di rapinatori.

FURTO E RAPINA AGGRAVATA - L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre i quattro cittadini romeni sono stati portati nel carcere di Regina Coeli e nella sezione femminile del carcere di Rebibbia. Devono rispondere di furto e rapina aggravata in concorso.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento