Due rapine violente in pochi minuti, poi la fuga sul bus 69: arrestata banda

I quattro avevano messo a segno due furti in viale Somalia ed in via Val D'Ala. Fermati grazie alla collaborazione tra carabinieri ed un ispettore di polizia

Immagine di repertorio

In fuga su un bus Atac. A tentare di far perdere le proprie tracce dopo aver messo a segno due rapine nel volgere di pochi minuti prima al Quartiere Africano e poi al Quartiere delle Valli quattro cittadini romeni, di età compresa tra i 20 e i 22 anni, tra cui una ragazza, tutti nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti.

IN FUGA DOPO LE RAPINE - La banda stavano fuggendo a bordo di un autobus dopo aver messo a segno due rapine nel giro di pochi minuti, ma i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, grazie alla preziosa collaborazione di un Ispettore della Polizia di Stato in quel momento libero dal servizio, hanno sbarrato la strada al mezzo pubblico acciuffando la banda.

LE RAPINE - In due momenti differenti, ma a pochi minuti l’uno dall’altro, hanno rapinato del telefono cellulare una ragazza di origini peruviane di 22 anni ad una fermata dell’autobus di viale Somalia, poi, in via Val d’Ala, un runner di 65 anni – originario di Napoli ma da tempo residente a Roma - che stava allenandosi in strada a cui hanno strappato di dosso, dopo averlo aggredito con calci e pugni, il marsupio con telefono e portafogli.

FUGA SUL BUS 69 - In soccorso del 65enne, subito dopo la rapina, è arrivato un Ispettore della Polizia di Stato in servizio presso gli uffici del Gruppo Sportivo Fiamme Oro che, avendo notato dei ragazzi salire frettolosamente su un bus Atac della linea 69 le cui caratteristiche erano compatibili alla descrizione fornita dalla vittima, ha deciso di allertare il Numero Unico di Emergenza 112 e di mettersi all’inseguimento in sella al suo ciclomotore.

FERMATI A PIAZZA SEMPIONE - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, insieme ai militari della Compagnia Roma Parioli e Roma Montesacro, grazie alle indicazioni fornite dall’Ispettore, sono riusciti a sbarrare la strada al mezzo pubblico in piazza Sempione e, una volta saliti a bordo, hanno individuato e bloccato la banda di rapinatori.

FURTO E RAPINA AGGRAVATA - L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre i quattro cittadini romeni sono stati portati nel carcere di Regina Coeli e nella sezione femminile del carcere di Rebibbia. Devono rispondere di furto e rapina aggravata in concorso.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avere fiducia in queste risorse: conoscere le loro attitudini è per noi un grande conforto!

  • Già stanno fuori

    • Avatar di ale
      ale

      Perche...tu dici che sono entrati?

  • Risorse...

  • alfano dice che Roma è più sicura!!!! alfano alfano ma dove vivi? ah dimenticavo che vivi nel mondo incantato dei politici.....

Notizie di oggi

  • Politica

    Colombo, il sottopasso Malafede si avvicina: la partenza del cantiere nel 2018

  • Politica

    Nasce l'Acea a Cinque Stelle: eletti i nove membri del Cda

  • Politica

    Centocinquanta milioni per la Sapienza: in arrivo nuove residenze, biblioteche e servizi

  • Politica

    Roma Tpl, il Durc adesso è ok. Ora i lavoratori aspettano due stipendi

I più letti della settimana

  • Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

  • Scontro tra 2 tram in via Labicana: ferito lievemente un conducente

  • "C'è un uomo con un fucile": scatta l'allarme ma era solo una scopa

  • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

  • Incidente sulla Pontina, carambola tra auto: dopo lo scontro una finisce ribaltata

  • Sale sul tetto di un treno in sosta: 18enne romano muore folgorato

Torna su
RomaToday è in caricamento