Rapinatori seriali incastrati da un tatuaggio del Colosseo sul collo

Tre i colpi messi a segno tra agosto e settembre all'Aurelio, a Massimina ed in via della Pineta Sacchetti. Due gli arrestati

La rapina al supermercato di via Aurelia lo scorso 20 agosto 2016

Un grande tatuaggio sul collo raffigurante il Colosseo. E' stato proprio questo dettaglio a tradire due rapinatori che tra la fine dello scorso agosto ed i primi giorni di settembre hanno messo a segno tre colpi in altrettanti supermercati del quadrante ovest della città. Via Aurelia il 20 agosto, via Massimilla l'1 settembre e via della Pineta Sacchetti il 5 settembre: sono queste le date e i luoghi dove i due malviventi a volto scoperto hanno rapinato altrettanti esercizio commerciali.

MODUS OPERANDI - Ad effettuare e portare a temine le indagini che hanno consentito di individuarli e sottoporli a fermo di indiziato di delitto  sono stati gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Monteverde. Partendo dalle immagini di video sorveglianza gli investigatori hanno studiato il modus operandi dei rapinatori; in tutti e 3 i casi, uno di loro indossava gli stessi abiti e, pistola in pugno, minacciava il dipendente di turno facendosi consegnare l’incasso.

TATUAGGIO SUL COLLO - Ascoltando poi i cassieri dei 3 esercizi commerciali, vittime delle rapine, è stato tracciato - grazie alle descrizioni fornite - un “identikit” dei due responsabili; l’uomo con la pistola aveva due vistosi tatuaggi, uno dei quali, sul collo, raffigurante il Colosseo dettaglio poi verificatosi molto importante. Dalla visione di foto-segnaletiche nella banca dati delle Forze di Polizia i poliziotti hanno infatti individuato un pregiudicato con notevoli somiglianze somatiche con uno dei due rapinatori, tra cui proprio il tatuaggio del Colosseo sul collo.

TROVATO A CASA - Effettuando un servizio di appostamento presso la sua abitazione lo hanno rintracciato e messo di fronte alle sue responsabilità in merito alle 3 rapine, che l’uomo ha poi confessato di aver commesso insieme ad un complice, anch’egli subito subito dopo individuato.

DUE ARRESTI - Entrambi romani di 46 e 42 anni, i due sono stati accompagnati negli uffici del Commissariato Monteverde e sottoposti a Fermo di indiziato di delitto. Gli investigatori, che proseguono le indagini per verificare se i due uomini siano responsabili di altre rapine, hanno anche trovato e sequestrato il ciclomotore –peraltro provento di furto - utilizzato nelle 3 circostanze delittuose.

PLAY-92

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma ci rendiamo conto? Questi entravano indisturbati nei supermercati, facevano la rapina ed uscivano tranquillamente con il malloppo. Roba da non crederci!

Notizie di oggi

  • Serpentara-Fidene

    TMB Salario verso alleggerimento, Montanari: "Chiusura entro 2019". Disertano i Comitati

  • Politica

    Pantheon, sul ticket Bergamo attacca il Mibact: "Impensabili i tornelli"

  • Cronaca

    Aggredirono turista per una maglia della Lazio: nei guai 13 ultras romanisti

  • Cronaca

    Lascia figlia chiusa in auto per giocare alle slot, denunciata una 33enne

I più letti della settimana

  • Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

  • Corso Trieste: albero crolla su auto parcheggiate

  • Maxi tamponamento sulla Flaminia: è morto uno dei feriti. Indagato l'ex calciatore Fiore

  • Scontro tra 2 tram in via Labicana: ferito lievemente un conducente

  • "C'è un uomo con un fucile": scatta l'allarme ma era solo una scopa

  • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

Torna su
RomaToday è in caricamento