Arancia Meccanica a San Paolo: picchiano, rapinano e sequestrano uomo in casa

La coppia di malviventi è stata arrestata dalla polizia mentre stava tentando un secondo furto in casa di un'anziana

Come i Drughi di Arancia Meccanica sono entrati nell'appartamento di un anziano a San Paolo, lo hanno picchiato, sequestrato, minacciato ed infine rapinato. Riusciti a fuggire hanno provato lo stesso copione poche ore più tardi in casa di un'anziana, ma questa volta sulla loro strada hanno incrociato due poliziotti liberi dal servizio che li hanno fatti arrestare prima che potessero consumare il secondo crimine. 

Il sabato violento dei due rapinatori era cominciato intorno alle 16:30 del 17 novembre quando i due si sono presentati fuori dalla porta di un uomo in via del Santuario Regina degli Apostoli. Riusciti ad entrare dentro l'appartamento dell'uomo il proprietario di casa è stato colpito con un pugno sul volto cadendo in terra. Poi le violenze con lo stesso preso a calci e pugni e minacciato con un cacciavite puntatogli al collo da uno dei due balordi. 

Immobilizzato sul letto dalla coppia di rapinatori i due lo hanno quindi rapinato di un centinaio di Euro e del telefono cellulare per poi darsi alla fuga. Una mezz'ora di paura quella vissuta dal proprietario di casa che ha poi allertato le forze dell'ordine fornendo loro una descrizione dei due malviventi. Accompagnata all'ospedale Sant'Eugenio con un trauma facciale la vittima è stata refertata con 14 giorni di prognosi.

Raccolti gli identikit dei due rapinatori, un uomo sui 30 anni robusto con un giubbotto ed un cappellino scuri, ed una seconda persona di circa 40 anni, capelli brizzolati ed una borsa dell'As Roma a tracolla, la coppia è stata riconosciuta da due agenti di polizia liberi dal servizio mentre, alle 21:30 circa, si aggirava con fare sospetto in viale Giustiniano Imperatore, sempre nella zona di San Paolo.

Allertati i colleghi dai due agenti liberi dal servizio, che nel frattempo avevano seguito i due ladri entrare in un cortile condominiale, la coppia di rapinatori è stata fermata mentre provava a forzare la persiana di un appartamento al pian terra, all'interno del quale si trovava la proprietaria, un'anziana signora. Le urla della donna non sono però bastate a mettere in fuga i due rapinatori, che hanno provato a far perdere le loro tracce solamente all'arrivo delle volanti e delle auto del commissariato Tor Carbone di polizia.

Fermato il più anziano dei due rapinatori, il secondo ha invece minacciato i poliziotti brandendogli contro un cacciavite. Bloccato anche il secondo malvivente i due sono quindi stati accompagnati negli uffici di polizia. Nella borsa di uno dei due gli agenti hanno poi ritrovato il telefono cellulare rapinato in via Santuario della Regina degli Apostoli. Riconosciuti dalla prima vittima i due sono stati identificati in due uomini nati a Roma di 29 e 48 anni domiciliati nella zona di Santa Palomba. Entrambi con precedenti sono stati arrestati con le accuse di sequestro di persona e rapina aggravata in appartamento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento