Finocchio: "Pronto polizia stanno rapinando l'ufficio postale"

In tre sono finiti in manette. Arrivati in via di Campofiorito, i poliziotti hanno notato i ladri che si allontanavano a piedi per raggiungere una vettura parcheggiata poco distante, guidata da una loro complice

Una rapina sventata grazie alla segnalazione di un cittadino. A smontare i piani di tre malviventi è stato un testimone che, transitando dopo la mezzanotte in via di Campofiorito, sulla Casilina, ha scorto delle persone sospette che stavano armeggiando vicino ad una delle finestre dell'ufficio postale. Immediato è scattato l'allarme al numero unico del pronto intervento.

IL CONTROLLO - La sala operativa della Questura ha così allertato le pattuglie presenti in zona, ed un'auto della 6^ Sezione della Squadra Mobile ha raggiunto il luogo della segnalazione in pochi minuti.

Appena giunti, i poliziotti hanno notato due uomini che si allontanavano a piedi dall'ufficio postale cercando di raggiungere una vettura parcheggiata poco distante, a bordo della quale c'era ad attenderli una donna, loro complice. Nonostante il passo veloce dei due, gli agenti della Squadra Mobile sono riusciti a bloccarli prima che potessero raggiungere l'auto.

70 SCHEDE CARBURANTI - Nel loro tragitto verso il veicolo, uno dei due uomini per far perdere le sue tracce aveva anche gettato un borsone. Una volta recuperato e ispezionato, al suo interno sono stati trovati alcune paia di guanti e vari pacchi ed effetti delle Poste Italiane, tra cui 70 schede carburanti.

GLI ARNESI PER LO SCASSO - Nel corso del sopralluogo è emerso che i due avevano tagliato e divelto una grata in ferro posta a protezione di una delle finestre, dalla quale si erano poi introdotti all'interno.

Nell'auto è stato invece rinvenuto tutto l'occorrente per scassinare porte e finestre, tra cui una tronchese di grosse dimensioni con cui tagliare le sbarre nonché cappelli da baseball e scaldacollo con cui nascondersi dalle telecamere dell'ufficio postale.

ARRESTO CONVALIDATO - I tre malviventi, pertanto, al termine degli accertamenti, sono stati accompagnati in Questura ed arrestati. "Furto pluriaggravato" è il reato di cui dovranno rispondere i ladri tra i 25 e i 45 anni, tutti originari della Campania.

Nel corso dell'udienza tenutasi ieri mattina, il Giudice ne ha convalidato l'arresto disponendo per loro, in attesa del processo, l'obbligo di dimora nella provincia di Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento