"Questa è una rapina", tabaccaio mette in fuga bandito armato: due arresti

Il tentativo alla tabaccheria di via Buonarroti a Civitavecchia. I rapinatori trovati ed arrestati dalla polizia, l'arma trovata nascosta in un'aiuola

Immagine di repertorio

Si è trovato davanti un ladro armato di pistola che senza tanti complimenti lo ha minacciato con l'arma nel tentativo di rapinare la sua tabaccheria. Degli attimi di paura che non hanno intimorito il titolare dell'esercizio commerciale che si è scagliato contro il rapinatore facendolo fuggire a mani vuote e favorendo poi il suo arresto e quello del complice che lo attendeva per fuggire col bottino. Il tentativo nel pomeriggio di ieri in un esercizio commerciale di Civitavecchia.

CACCIA ALL'UOMO - I due rapinatori, entrambi italiani di 36 e 33 anni, sono infatti stati trovati dagli agenti di polizia dopo una serrata caccia all'uomo cominciata nel pomeriggio del 15 marzo e conclusa con il fermo dei due nella serata di ieri. I banditi dovrano difendersi dalle accuse di tentata rapina a mano armata.

LA RAPINA - I due, nel pomeriggio di ieri, si sono appostati nelle vicinanze di una tabaccheria di via Buonarroti in attesa del  momento giusto per rapinarla. Il 36enne entrato nell’esercizio commerciale, arma in pugno ha minacciato il commerciante e gli ha urlato di consegnargli tutto il contenuto della cassa, ma la reazione del  negoziante, che nel frangente ha anche ingaggiato una violenta colluttazione con l’uomo, è stata veemente e il bandito, costretto alla ritirata, è uscito dal negozio ed è fuggito insieme al complice.

CACCIA AI RAPINATORI - Dopo la segnalazione alle forze dell’ordine, sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Civitavecchia, diretto dal dottor Giovanni Lucchesi i quali, raccolte le prime informazioni ed ascoltati i testimoni, hanno diramato le note di ricerca anche alle altre volanti presenti nella zona. Poco dopo, durante una battuta nel quartiere denominato San Liborio, i due malviventi sono stati rintracciati e bloccati proprio mentre erano in procinto di separarsi per rendere ancora più complicato il loro rintraccio.

PISTOLA FINTA IN UN'AIUOLA - Identificati e accompagnati negli uffici del Commissariato di Civitavecchia, al termine degli accertamenti sono stati dichiarati in arresto. Successivamente, durante una ricognizione effettuata dai poliziotti alla ricerca dell’arma utilizzata  gli agenti, ispezionando alcune aiuole, hanno rinvenuto e sequestrato una pistola a tamburo, poi risultata essere una perfetta replica di una Magnum, priva del tappo rosso.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Se n'è accorto che era finta,volevo vede s era un fero vero se faceva l'eroe,sai che trivellata che piava

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Trump a Roma, Capitale blindata: itinerari scelti al momento e "cerchi di sicurezza"

  • Politica

    Piano caldo, stanziati 217mila euro: 250 posti disponibili e assistenza notturna incrementata

  • Cronaca

    Magliana: brucia l'ex fabbrica Buffetti, rischio amianto. I residenti: "No ad altra Pomezia"

  • Politica

    Casa dei Papà, a rischio il nuovo bando: "Troppe spese e posti vuoti"

I più letti della settimana

  • Metro B: il "boato" poi la polvere, panico alla stazione Castro Pretorio

  • Trump a Roma, strade chiuse anche ai pedoni. Deviati bus e tram

  • Temporale a Roma: nubifragio con tuoni e fulmini. Allagamenti e disagi in città

  • Incidente sulla via Nomentana: auto fuori strada, morti due ragazzi

  • Investita da taxi alla fermata del bus: morta 16enne

  • Camion si ribalta sulla Roma Fiumicino: traffico in tilt sull'A91

Torna su
RomaToday è in caricamento