Torna a casa ubriaco e tenta di rapinare la moglie con dei coltelli da cucina

Succede al Flaminio. L'uomo è stato fermato dagli agenti di polizia mentre tentava la fuga prima sul terrazzo dell'abitazione poi sul cornicione. In manette per tentata rapina aggravata

Una furia incontenibile, alimentata dall'alcol in corpo. Entra in casa, minaccia la moglie, vuole tutti i soldi contenuti nella sua borsetta. E il no di lei lo manda in tilt. Siamo al Flaminio. Protagonista dell'ennesima storia di violenza domestica è un cittadino moldavo di 48 anni, finito in manette per tentata rapina aggravata.

L'uomo, su tutte le furie di fronte alla resistenza opposta dalla moglie, afferra due grossi coltelli da cucina e comincia ad agitarli contro di lei. Tutto davanti alle figlie, di cui una minorenne. La donna scappa e riesce a riunchiudersi dentro una stanza. Lui la insegue e comincia a battere colpi violenti contro la porta. Lei resiste e chiama il 113. 

Bloccato nel tentativo di fuga prima sul terrazzo e poi sul cornicione dell'abitazione, il moldavo è stato disarmato dagli agenti. Sottoposto ad ulteriori accertamenti sono emersi a suo carico oltre che dei precedenti di polizia. Tra questi un provvedimento per violazioni della legge sull’immigrazione, motivo per il quale è scattata nei suoi confronti anche la denuncia in stato di libertà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento