Largo Somalia: 'armato' di Chupa Chups rapina gelateria

Solo quando il rapinatore ha capito di aver bloccato il registratore di cassa a causa dell'errata digitazione dei tasti, ha desistito dal portare a termine la rapina ed è scappato a piedi

Con un Chupa Chups voleva rapinare una gelateria. E' successo a largo Somalia dove un 32enne, approfittando della momentanea assenza della commessa impegnata nel processo produttivo del gelato artigianale, è entrato all'interno del locale, si è avvicinato alla cassa ed ha iniziato a pigiare i tasti nella speranza di riuscire a far aprire il cassetto con i soldi.

Quando la commessa è tornata ed ha visto il giovane armeggiare, ha iniziato ad urlare dicendo al malvivente di allontanarsi ma l’uomo, per niente intimorito,  ha estratto un Chupa Chups dalla tasca e glielo ha puntato contro, minacciando di farle del male.

Sorpresa della strana intimidazione, la donna ha avuto un attimo di esitazione, salvo accorgersi, poco dopo, che all’estremità del bastoncino del famoso lecca lecca c'era un grosso ago appuntito.

Solo quando il rapinatore ha capito di aver bloccato il registratore di cassa a causa dell'errata digitazione dei tasti, ha desistito dal portare a termine la rapina ed è  scappato a piedi.

A seguito della segnalazione dell’impiegata al NUE, la sala operativa della Questura ha inviato sul posto le pattuglie della Polizia di Stato della zona. I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti dei commissariati Villa Glori e Vescovio che, giunti nei pressi del luogo dove era accaduto il fatto, hanno notato un uomo in fuga, somigliante alla persona descritta dalla vittima all’operatore del 112.

Il 32enne è stato bloccato, identificato e condotto presso gli uffici del  commissariato Vescovioi. A conclusione delle indagini l'uomo, il ladro con precedenti a carico, è stato arrestato  e accompagnato in carcere: dovrà rispondere del reato di tentata rapina.

20190529 VESCOVIO lecca lecca con ago (1)-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento