Piazza Santa Maria Maggiore: rapina un chiosco di souvenir e ferisce il proprietario

Bloccato dai militari della stazione di Piazza Dante, l'uomo, già noto alle forze dell'ordine dovrà rispondere di rapina aggravata

Voleva impossessarsi dell’incasso di un chiosco di souvenir e per questo ha colpito violentemente il titolare con pugni al volto. I fatti in piazza Santa Maria Maggiore.

Protagonista della vicenda un giovane ragazzo del Sudan senza fissa dimora. L'uomo ha cercato di mettere in atto una rapina ai danni di un venditore di piazza Santa Maria Maggiore, proprietario di un chiosco di souvenir. Alle resistenze del venditore però il 27enne sudanese ha iniziato a sferrare una serie di pugni al volto del commerciante, un cittadino del Bangladesh di 37 anni.

Proprio mentre avveniva la rissa, i carabinieri della stazione di piazza Dante che passavano in piazza Santa Maria Maggiore, all'angolo con via Carlo Alberto, hanno notato il ragazzo sudanese colpire il proprietario del chiosco. Immediato dunque l'intervento dei militari che hanno bloccato il rapinatore e recuperato la refurtiva. L'uomo già noto alle forze dell'ordine è stato accompagnato in caserma e dovrà rispondere all'accusa di rapina aggravata.

Il proprietario del chiosco è stato soccorso dai militari e poi medicato all’ospedale San Giovanni Addolorata per un lieve trauma facciale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

Torna su
RomaToday è in caricamento