Acilia: rapina banca con pistola giocattolo rubando dollari e sterline, arrestato

In manette è finito un ladro 51enne. In casa, dopo una perquisizione, sono state ritrovate dosi di hashish, abiti indossati per commettere il reato e una pistola giocattolo, privata del tappo rosso

Armato di pistola, rivelata poi un giocattolo, aveva rapinato la banca Monte dei Paschi di Siena ad Acilia. Un colpo dal magro bottino avvenuto lo scorso 28 febbraio e dove il ladro, un 51enne romano, pensava di averla fatta franca. Le indagini dei Carabinieri di Acilia, coordinate dal Procuratore Aggiunto Lotti e dal Sostituto Procuratore De Cecilia, lo hanno inchiodato arrestandolo però per "rapina aggravata".

Secondo la ricostruzione degli investigatori l'uomo, dopo aver attraversato senza apparenti difficoltà le porte a bussola, si era introdotto all'interno della filiale di Acilia con il volto parzialmente travisato ed indicando di aver una pistola nel marsupio.

Quindi era balzato sul banco di uno degli sportelli minacciando i dipendenti, in assenza di testimoni atteso che la filiale era quasi in chiusura, riuscendo a impadronirsi di 800 dollari e 160 sterline che erano a portata di mano presso lo sportello.

Dopo di che aveva preteso che fosse sbloccata la porta d'emergenza, continuando a minacciare gli addetti e, uscendo da lì, aveva fatto perdere le sue tracce nel dedalo di vicoli limitrofo. L'immediato sopralluogo ha consentito ai Carabinieri, esaminate le pur parziali riprese delle videosorveglianza, di raccogliere elementi sufficienti per identificare il rapinatore.

Infatti, l'indomani, eseguita una perquisizione a casa dell'uomo, ove è stata rinvenuta anche una modica quantità di hashish, sono stati trovati non solo alcuni degli abiti indossati per commettere il reato, ma anche una pistola giocattolo, privata del tappo rosso.

Il rapinatore, quindi, è stato assicurato al carcere di Regina Coeli, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. L'operazione s’inquadra nei diversi, analoghi risultati conseguiti nell’ambito del X Municipio dai Carabinieri di Ostia grazie al coordinamento della Procura della Repubblica di Roma: il mese scorso, infatti, erano finiti in manette un pregiudicato responsabile di una rapina al Natura Sì di via Isole del Capo Verde ed un altro responsabile di due distinte rapine al bar Mela Rossa di piazza della Stazione del Lido e delle friggitoria Queen's Chips di via Vasco de Gama.