San Lorenzo: pusher le offre droga e la invita a seguirlo in luogo appartato, 22enne salvata dai carabinieri

La denuncia di scomparsa da parte della madre della giovane, dopo che la ragazza aveva fatto perdere le proprie tracce

Immagine di repertorio

Come Desirèe Mariottini ha incontrato un pusher a San Lorenzo sulla sua strada, ma questa volta i carabinieri lo hanno fermato prima che potesse dargli la marijuana gratis, in cambio di recarsi con lui in un luogo appartato per fumare 'l'erba'. La storia a lieto fine ha preso vita intorno alle 2:30 di questa notte in piazza dell'Immacolata quando una mamma italiana di 45 anni ha segnalato ai militari la scomparsa della figlia.

In particolare la donna si è rivolata ad una pattuglia dei carabinieri della stazione di via dei Volsci, impiegati nel servizio straordinario di controllo del quartiere universitario, riferendo loro che la figlia, di 22 anni, studentessa universitaria, attualmente in cura per problemi di fragilità mentale, essendosi da poco lasciata con il ragazzo, era, poche ore prima, uscita di casa per trascorrere la serata a San Lorenzo con un suo amico italiano, da ore non dava più sue notizie ed era telefonicamente irreperibile.   

I Carabinieri, sulla scorta della descrizione fornita dalla madre, hanno rintracciato, dopo pochi minuti la ragazza mentre, su via Tiburtina altezza piazzale del Verano, si stava allontanando a piedi in compagnia di un uomo di 38 anni di nazionalità tunisina che, notando l’arrivo della pattuglia, ha tentato di disfarsi di 5 involucri contenenti complessivamente 10 grammi di marijuana, gettandoli a terra. 

Dalle successive dichiarazioni della ragazza, è emerso che l’uomo aveva avvicinato la ragazza, promettendole della sostanza stupefacente e chiedendole di seguirlo in un luogo più appartato, dove si stavano effettivamente recando.

Il cittadino tunisino, con numerosi precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri di San Lorenzo per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato condotto questa mattina presso le aule di piazzale Clodio per il rito direttissimo.

La mamma, all’interno della caserma dei Carabinieri di San Lorenzo ha potuto riabbracciare la figlia, tirando un sospiro di sollievo.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Non ci sarebbero spacciatori se non ci fossero gli idioti che cercano la droga sotto ogni sua forma

  • Ancora con sti stranieri ma quando vengono cacciati?

  • Ma con tanti reati sti stranieri quando vengono cacciati da l'italia

  • Ancora con sti zozzone stranieri con tanti reati e ancora stanno qui in Italia ma quando vengono espuls . Aspettano che fanno ancora criminii

  • viva la mery

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Amministrative 2019, si vota il 26 maggio: tutto sui principali comuni della provincia di Roma

  • Cronaca

    Stuprata dal branco, il Questore di Roma revoca licenza al Factory Club

  • Sport

    "Che te ridi regazzì? So felice, ho la maglia della Roma": la commovente lettera di De Rossi

  • Cronaca

    Trigoria: abusi su baby calciatori, le molestie in auto fuori dal centro sportivo

I più letti della settimana

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

Torna su
RomaToday è in caricamento