Massaggi tantra, ma era un centro estetico a luci rosse. Arrestate tre donne

La scoperta da parte della Polizia di Stato in zona Appio Claudio. La proprietaria denunciata anche per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Immagine di repertorio

"Massaggi tantra", questa le definizione utilizzata da un centro estetico all'Appio Claudio per definire i trattamenti che si trasformavano in prestazioni sessuali. Il tariffario andava dai 100 ai 200 euro a seconda del grado di coinvolgimento nel “massaggio” della ragazza e dal suo abbigliamento più o meno succinto.

A scoprire il giro di prostituzione sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Casilino, diretto da Paola di Corpo che, interrogando i clienti, hanno avuto certezza che il massaggio era solo un escamotage per offrire sesso a pagamento.

L’irruzione nel centro, da parte di agenti in borghese, è avvenuta proprio mentre si stavano svolgendo massaggi a luci rosse. 

A dirigere l’attività di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, una 52enne romana, titolare del centro, insieme a due dipendenti di 26 e 21 anni Al termine delle operazioni, le tre donne sono state arrestate e tradotte presso il carcere femminile di Rebibbia e l’attività è stata posta sotto sequestro.

La proprietaria, che per le prestazioni si avvaleva di ragazze non in regola con la normativa sull’immigrazione, dovrà rispondere anche di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento