Raccolta differenziata: la Procura indaga su Ama. Ed è scontro politico

Il procuratore aggiunto Roberto Cucchiari ha aperto un'inchiesta per accertare le responsabilità di Ama. Civita: "Fare chiarezza subito". Gramazio: "Tentativo di condizionare le elezioni"

L'affondo del Corriere della Sera, prima. La pronta replica e difesa di Ama, poi. Motivo di tanto contendere la raccolta differenziata. Fabrizio Peronaci, giornalista del Corriere, aveva denunciato "il bluff della raccolta differenziata in centro". Secondo l'inchiesta, i rifiuti pazientemente differenziati dai cittadini verrebbero mischiati tutti insieme al momento della raccolta. Ama aveva immediatamento risposto al j'accuse del giornalista spiegando, per bocca del presidente Benvenuti, che "tutti i rifiuti differeziati dai cittadini vengono avviati alle rispettive filiere di riciclo". E che "quello proposto sul giornale era un singolo episodio". La nota con la spiegazione di Ama, però, potrebbe non bastare perché la Procura della Repubblica di Roma ha aperto un'inchiesta sulle azioni dell'azienda che si occupa di raccogliere i rifiuti romani. E, contemporaneamente, si sono scatenate le reazioni del mondo politico. In un mare di accuse e risposte.

L'INCHIESTA DELLA PROCURA - Mercoledì il procuratore aggiunto, Roberto Cucchiari, dopo essersi consultato con il procuratore capo, Giuseppe Pignatone, ha aperto un fascicolo. Il responsabile del pool che si occupa di reati ambientali vuole accertare la correttezza delle operazioni di Ama. I reati che potrebbero essere ipotizzati vannno dall'abuso d'ufficio alla truffa. Per il momento, nessuna persona fisica risulta iscritta nel registro degli indagati e la situazione resterà tale fino alla fine della fase di "ricognizione" dellle indagini. 

AMA: INDAGINE INTERNA - Intanto, anche Ama ha avviato un'indagine interna. "A seguito delle notizie riportate in questi giorni dal noto quotidiano in cui si ipotizza un episodio di errato conferimento, da parte del personale Ama, dei rifiuti correttamente differenziati dai cittadini del centro storico, il Presidente dell'azienda Piergiorgio Benvenuti ha immediatamente disposto una commissione di indagine", si legge in una nota. Lo scopo dell'indagine interna è "accertare, in tempi molto brevi, l'esatto svolgersi dei fatti e le eventuali responsabilità". 

LE ACCUSE DEL PD - Per Ama, però, la procura di piazzale Clodio non potrebbe essere l'unico 'avversario'. Anche la Regione, infatti, "ha chiesto spiegazioni all'Ama e ha attivato gli organismi di vigilanza per verificare se esistano disservizi nella raccolta differenziata nel centro di Roma", come ha annunciato Michele Civita, assessore regionale alle Politiche del Territorio. Se le accuse ad Ama venissero dimostrate, la situazione sarebbe grave anche perchè, come ha spiegato Civita, "la Regione ha già provveduto a stanziare ingenti risorse e ne sbloccherà altre nei prossimi mesi". Gli ha fatto eco, Monica Cirinnà che ha attaccato: "Ama ha ricevuto 30 milioni di euro dal ministro Clini, di cui auspico un intervento immediato". Sulla stessa lunghezza d'onda anche il candidato sindaco Ignazio Marino: "Questa vicenda mette il sigillo sulla malagestione dell'azienda, che in tutto ha avuto 60 milioni di euro". 

LA REPLICA - Il centrodestra romano non è rimasto a guardare. E ha prontamente rispedito le accuse al mittente. Luca Gramazio, capogruppo Pdl alla Pisana, dubita che ci sia un tentativo "della Regione di entrare nella campagna elettorale, mentre l'amministrazione Alemanno lavora con impegno e risultati qualificanti, dopo che la sinistra in quindici anni aveva lasciato la differenziata al palo". Non si sono fatte attendere anche le dichiarazioni del primo cittadino, Gianni Alemanno. Che ha tentato di abbassare i toni, uscendo dalla 'lotta' politica per concentrarsi sulle responsabilità di Ama: "Stiamo facendo delle verifiche perchè è necessario che sulla differenziata non ci siano dubbi". Da piazzale Clodio, però, qualche dubbio ce l'hanno. Eccome. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento