Palazzina esplosa a Velletri: morto l'uomo rimasto ustionato la vigilia di Natale

Piero Papacci, 55 anni, è morto a causa delle gravi ferite riportate. Indaga la Procura di Velletri sul caso

E' morto dopo due settimane di agonia Piero Papacci, l'uomo di 55 anni rimasto gravemente ustionato nel giorno della Vigilia di Natale, a seguito di una esplosione di una palazzina a Velletri. Erano circa le 17:15 del 24 dicembre quando lo scoppio ha coinvolto il piano superiore di un immobile di due piani in via Selva Nuova Prima 32.  

Sul posto sono arrivate in pochi minuti tre squadre del comando dei vigili del fuoco di Roma e provincia supportati dai nuclei Usar. L'uomo, ustionato gravemente, fu trasferito presso l'ospedale Sant'Eugenio di Roma con l'elisoccorso.

Nella serata del 3 gennaio è morto a seguito delle complicazioni, troppo gravi i traumi riportati. Nell'esplosione rimasero feriti anche due familiari, che non corrono pericolo di vita. Una fuga di gas è la causa più probabile dell'esplosione, sulla quale la Procura di Velletri ha aperto un fascicolo di indagini supporata dai Carabinieri che hanno raccolto indizi subito dopo la tragedia..

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento