Aggredita a calci e pugni dal convivente: in ospedale con una prognosi di 30 giorni

Anche l'aggressore è stato medicato perché, a causa dei violenti colpi inferti, ha riportato un trauma alla caviglia destra

Ubriaco fin dal mattino, ha aggredito violentemente la sua convivente, procurandole una frattura al piede. Ad interrompere l’aggressione e arrestare un 37enne romano sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo di Frascati.

Ieri mattina, su richiesta giunta al 112, i Carabinieri sono giunti a casa della coppia a Tor Bella Monaca, dove, poco prima, l’uomo, in preda ad uno stato di agitazione dovuto dall’abuso di alcool, ha colpito la compagna, 32enne originaria di Foligno, con violenti calci e pugni.

I Carabinieri hanno immediatamente bloccato il 37enne e soccorso la vittima, poi trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Frascati, dove le veniva riscontrata la frattura del dito di un piede, con una prognosi di 30 giorni. Anche l’aggressore è stato medicato perché, a causa dei violenti colpi inferti, ha riportato un trauma alla caviglia destra, con una prognosi di 7 giorni.

L’arrestato, già noto alle forze dell’ordine, è stato portato in carcere a Regina Coeli. E’ accusato di maltrattamenti e lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: tram, bus e metro a rischio lunedì 24 febbraio. Orari e fasce di garanzie

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Roma-Lido, tre stazioni chiuse e tratta limitata per due weekend: attivi bus navetta

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento