Prende il padre a pugni mentre la madre fugge disperata, voleva i soldi per la droga

Le violenze nella zona dell'Anagnina. Gli agenti di polizia hanno poi arrestato il figlio

Una madre che fugge disperata ed il figlio che prende a pugni il padre; questa la scena che si è presentata ieri mattina agli agenti della Polizia di Stato in un condominio dell’Anagnina. Gli investigatori del commissariato Romanina, diretto da Laura Petroni, già da alcuni giorni, stavano tenendo d’occhio il nucleo familiare a causa dell’escalation di violenze verbali e fisiche subite da anni dai genitori di un ragazzo con problemi di tossicodipendenza.

Picchia genitori all'Anagnina 

Bloccato con non poca  difficoltà (alla fine dell’intervento 2 poliziotti sono ricorsi alle cure mediche) il giovane è stato condotto in commissariato. Nello stesso Ufficio di polizia i genitori, insieme agli investigatori, hanno ricostruito gli anni di soprusi, vessazioni, minacce e vere e proprie violenze a cui, soprattutto negli ultimi mesi,  venivano sottoposti dal giovane.

Il racconto del padre 

Emblematico il racconto del padre che, cercando di evitare situazioni conflittuali, al ritorno dal lavoro, si chiudeva in una stanza o nel giardino. Il giovane è stato arrestato ed accompagnato presso il carcere di Regina Coeli a disposizione della Magistratura.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento