Picchia l'ex incinta davanti la figlia di 10 anni, si rifugiano in auto e chiamano la polizia

Le violenze nel parcheggio della Metro C Giardinetti, sulla via Casilina. L'ex compagno è stato poi arrestato per lesioni e maltrattamenti

Il parcheggio della Metro C Giardinetti (foto google)

Un incontro chiarificatore con l'uomo dal quale ha avuto una figlia e che ha avuto la forza di lasciare dopo anni di violenze e maltrattamenti. Nonostante la ragazza fosse incinta di quattro mesi l'ex compagno non ha però avuto scrupoli, e l'ha picchiata davanti la figlia di 10 anni. Riuscite a rifugiarsi in auto mamma e bimba sono riuscite a chiamare la polizia che ha poi arrestato l'uomo. 

Le violenze hanno preso corpo intorno alle 22:00 di venerdì 22 marzo quando la donna si è data appuntamento con il suo ex nell'area di parcheggio della Metro C Giardinetti, sulla via Casilina. Madre e figlia si presentano all'appuntamento ma la donna viene subito aggredita dall'uomo, arrivato nell'area della periferia est della Capitale assieme all'attuale fidanzata. 

Mamma e figlia rimangono impietrite, l'uomo colpisce la sua ex al volto ed al ventre. La stessa riesce in qualche modo a mettere fine alle violenze rinchiudendosi nell'auto con la bimba. Chiamano il 112 e nel volgere di breve arriva una Volante della Polizia. Gli agenti trovano madre e figlia in lacrime e sotto choc nella vettura, poco distante l'ex compagno e la sua attuale fidanzata che provano ad allontanarsi.

I poliziotti fermano la coppia e raccolgono la testimonianza della donna, che presenta ferite e traumi al volto. La vittima racconta in lacrime l'accaduto e viene trasportata al Policlinico Casilino dove le riscontrano anche delle contusioni al ventre. Fuori pericolo il bimbo che la donna porta in grembo, la donna ha poi sporto denuncia alla polizia raccontando i fatti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sottoposto a stato di fermo ed accompagnato negli uffici del Commissariato Trevi, l'uomo è stato poi arrestato con le accuse di "lesioni" e "maltrattamenti" e portato nel carcere romano di Regina Coeli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento