Metro B: pestato sul treno dopo riemprovero, 37enne in fin di vita

I due aggressori sono stati fermati dagli agenti di polizia con l'accusa di "tentato omicidio in concorso". La vittima in prognosi riservata all'Umberto I

La fermata Metro B Bologna (foto wikipedia)

Lotta tra la vita e la morte al Policlinico Umberto I dove è stato ricoverato d'urgenza dopo essere stato pestato su un convoglio della linea B della metro. Vittima di due giovani casertani di 25 e 27 anni un 37enne romano, 'colpevole' di averli rimproverati dopo per aver acceso una sigaretta in un luogo vietato. Le violenze nel pomeriggio di domenica 18 settembre, in un affollatto vagone partito dal capolinea Rebibbia, dove decine di utenti hanno assistito all'aggressione nei confronti dell'uomo. 

PESTATO IN BANCHINA - I fatti si sono verificati intorno alle 15:30. Secondo quanto riferito da diversi testimoni presenti sulla metro B, le violenze sarebbero scattate quando il 37enne, che si trovava in compagnia di una donna, risultata poi essere la madre, ha invitato due ragazzi a spegnere la sigaretta che avevano appena acceso. Poi il pestaggio, con i due che invece di rispettare il divieto sono scattati come due furie addosso all'uomo picchiandolo violentemente sulla banchina con calci e pugni. 

IL RACCONTO DI UN TESTIMONE: "PICCHIATA ANCHE LA MADRE"

GRAVE IN OSPEDALE - Lasciato in terra tra la paura degli utenti della metro, i due aggressori sono poi fuggiti una volta che il treno è arrivato alla stazione Bologna, mentre sul posto è arrivata l'ambulanza del 118 assieme agli agenti di polizia del commissariato Porta Pia. Trovato in una pozza di sangue il 37enne è stato trasportato d'urgenza al Policlinico Umberto I con un trauma cranico, una frattura della scatola cranica ed una emorraggia cerebrale. Ancora in gravi condizioni la prognosi dell'uomo resta ancora riservata. Ferita anche la madre, ricoverata in codice giallo con una prognosi di 8 giorni. 

TENTATO OMICIDIO IN CONCORSO - Cominciata la caccia agli aggressori i due, entrambi pregiudicati, sono poi stati fermati dagli agenti di polizia dei commissariati San Lorenzo e Viminale. Accompagnati in carcere i due sono stati arrestati con l'accusa di "tentato omicidio in concorso". 
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento