menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Tor di Valle: 34enne partorisce nella stalla abbandonata, madre e bimbo salvati dai carabinieri

Introvabili tra i campi di Tor di Valle, sono stati rintracciati al termine di una battuta di ricerca dai carabinieri del Nucleo Radio Mobile

Vivevano accampati tra le stalle abbandonate dell'Ippodromo di Tor di Valle. Lei 34 anni incinta, lui 29 suo marito. Entrambi senza fissa dimora di nazionalità romena, in questi giorni al freddo e al gelo in sofferenza. Nella notte la gioia della nascita del loro figlio ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Ad evitare che ciò accadesse l'intervento dei carabinieri che hanno prima individuato la partoriente e poi salvato lei e il suo bambino. 

CHIAMATA AL 112 - La storia ricorda molto da vicino quanto accaduto nella notte tra martedì e mercoledì a san Pietro. E' stato il compagno della donna, alle 4.20, a chiamare il numero unico di emergenza, 112, per richiedere l'intervento dell'ambulanza. "Aiuto, mia moglie sta partorendo". Poche le indicazioni. "Siamo in un campo in zona Tor di Valle, vicino ad un ponte", gli unici indizi. Così, arrivati sul posto, gli operatori del 118 sono rimasti spiazzati dalla zona impervia e dalle impreviste difficoltà a trovare il giaciglio di fortuna. Da qui la chiamata ai carabinieri

CARABINIERI - Giunti sul posto e appurata la difficoltà nel ritrovare la coppia di senza fissi dimora, gli uomini del Nucleo Radiomobile di Roma hanno dato vita ad una vera e propria battuta palmo a palmo del territorio. Una ricerca che dopo alcuni minuti ha portato a scoprire il giaciglio dei due, all'interno di una delle stalle abbandonate dell'ippodromo. 

BIMBO IN IPOTERMIA - La 34enne aveva già dato alla luce il piccolo. Entrambi erano in una situazione di ipotermia. Il neonato ancora attaccato al cordone ombelicale è stato soccorso da prima dai carabinieri e poi dagli uomini del 118 che hanno trasportato madre e bambino in codice rosso all'ospedale Sant'Eugenio. Qui hanno ricevuto le prime cure del caso e dalle informazioni raccolte sarebbero sani e salvi. 

Potrebbe interessarti

Commenti (7)

  • Va bene per l'aiuto immediato, ma poi Santoro non si smentisce e gli trova l'alloggio.Quanti italiani invece non lo hanno?

  • Cosí ci prendono gusto...un anno di vitto e alloggio! E dopo voglio vedere come faranno a cacciarli.

  • Tutta pubblicitá per papa francesco e la chiesa

  • fanno figli a raffica senza ritegno poi si lamentano che sono poveri. ora che fanno gli verrà tolto come fanno le assistenti sociali alle famiglie italiane in difficoltà????

    • Il problema è che viene raccontato come se fosse una bella favola a lieto fine, non una cosa gravissima e ingiusta. Il buonismo sta diventando idiozia, le persone che si ostinano a volersi tenere questi p a r a s s i t i sono anche più pericolose a mio avviso...

  • In 2000 anni nulla è cambiato.

  • Ancora? Adesso il Papa gli darà un'altra casa, come minimo!

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Sciopero venerdì 20 maggio, Gabrielli riduce lo stop di bus e metro a 4 ore

  • Cronaca

    Meteo a Roma, forte vento sulla Capitale: allerta della Protezione Civile

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Appia, motociclista contro auto: morto decapitato

  • Cronaca

    Mistero a Monteverde: blocco di ghiaccio cade dal cielo e distrugge auto

Torna su