Caso Orlandi: trovati altri frammenti di ossa nella sede della Nunziatura Apostolica

Nuovo sopralluogo a Villa Giorgina da parte della Squadra Mobile e della polizia scientifica

La sede della Nunziatura Apostolica in via Po (foto google)

Questa mattina in intesa con la Procura  della Repubblica e l'Autorità Vaticana è stata effettuata una nuova  ispezione a Villa Giorgina, sede della Nunziatura Apostolica che si trova in via Po. Il sopralluogo è stato effettuato dai poliziotti della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica ed ha portato al ritrovamento di  altri frammenti di ossa, utili per l'identificazione. I medici non si  sono comunque ancora espressi né sul sesso né sull'età della persona a cui potrebbero appartenere le ossa.

La nuova ispezione nasce dal ritrovamento di alcune ossa appartanenti a due persone trovate nel corso di alcuni lavori sotto al pavimento nella cantine dell'edificio che ospta la Nunziatura Apostolica del Vaticano. Secondo un primo esame le ossa di uno dei bacini rinvenuti apparterrebbero ad una donna. 

Dopo la scoperta la Procura di Roma ha aperto un fascicolo d'indagine con l'ipotesi di reato di "omicidio". Inevitabile il collegamento con la scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, le due sedicenni sparite nel volgere di poco tempo l'una dall'altra nel 1983. Chi indaga vuole accertare se le ossa possano essere compatibili con una delle due ragazze scomparse 35 anni fa. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento