Omicidio Vannini: "Il maresciallo mi disse che a sparare non è stato Antonio Ciontoli, ma il figlio"

Parla a Le Iene un amico dell'ex comandante dei carabinieri di Ladispoli, Roberto Izzo: "Il mio amico mi ha confidato di essere stato lui a consigliare a Ciontoli di accusarsi, per non mettere nei guai il figlio Federico"

 

"Oggi dopo quattro anni la mia coscienza mi sta chiedendo di dire la verità. Non riesco più a tenermi questo groppone dentro che mi ha confidato lui". Il lui in questione è l'ex comandante dei carabinieri di Ladispoli, Roberto Izzo. Nuova sconvolgente rivelazione sul caso dell'omicidio di Marco Vannini

A parlare a Giulio Golia è un amico dell'ex comandante dei carabinieri di Ladispoli, Roberto Izzo: "Il mio amico mi ha confidato di essere stato lui a consigliare a Ciontoli di accusarsi, per non mettere nei guai il figlio Federico".

Potrebbe Interessarti

  • VIDEO | Terremoto a Roma: la scossa ripresa in diretta dalle telecamere dell'A24

  • Lo sfogo di un americano a Roma: "Mezzi sporchi, gente scocciata e spazzatura ovunque"

  • Taxi, la denuncia dei sindacati: "Noleggiatore aggredisce tassista e pubblica video in rete"

  • Tifoso legge l'inno della Roma durante il matrimonio: il video virale su facebook

Torna su
RomaToday è in caricamento