Ucciso a colpi di machete, arrestati quattro uomini e due donne per l’omicidio Calabrese

Il 65enne era stato trovato in riva ad un fiume nel nord del Brasile con il corpo massacrato a colpi di machete. Una rapina finita male. Dalla casa sono spariti una televisione e un migliaio di Real (circa 230 euro)

L'arresto degli assassini di Mario Calabrese

Dopo circa 20 giorni di indagini serrate la polizia brasiliana è riuscita ad arrestate gli autori dell’efferato omicidio del 65enne artenese Carmelo Mario Calabrese. Il corpo dell’uomo era stato ritrovato in riva ad un fiume nel nord del Brasile con la testa quasi completamente mozzata e con una quindicina di colpi di machete sul petto e sugli arti. Lo scrive Daniele Flavi su FrosinoneToday. 

Per questo violento omicidio sono state fermate e portate in carcere ben sei persone, quattro uomini e due donne che sarebbero gli esecutori materiali ed i complici che hanno organizzato il tutto. In pratica, come avevamo già riportato nei precedenti articoli, si è trattato di un tentativo di rapina sfociato in omicidio.

Da quello che sia apprende in quella tragica sera Carmelo Mario aveva appuntamento casa con una donna, conosciuta tramite una sua amica, nella sua casa. La donna si sarebbe presentata con quattro uomini che prima hanno preso a bastonate sulla testa il cittadino artenese che da 20 anni si era trasferito in sud America, e poi dopo la fuga in garage lo hanno ucciso con una violenza inaudita a colpi di machete (l’arma del delitto si trovava già in casa di Calabrese). Il tutto poi si è concluso con il furto della televisione e dei 1000 Real che aveva nella sua abitazione (circa 230 euro).

Carmelo Mario Calabrese (foto facebook)-2

Carmelo Mario Calabrese originario del paese a sud di Roma sui monti Lepini, viveva in Sudamerica nella città del Nord Paco do Lumiarn, a Sao Luis, nella regione del Maranhão. La salma venne avvistata da alcuni pescatori che passavano sul fiume Tibiri.

In queste ore la notizia dell’arresto dei quattro e delle due donne sta facendo il giro dei Tg nazionali in Brasile e sta avendo una grande rilevanza in tutto il paese. I figli si trovano in sud America e torneranno nelle prossime ore in Italia. “Io e mio fratello – ci dicono tramite il loro legale Avvocato Ileana Serangeli - vogliamo ringraziare la polizia che ha svolto le indagini in maniera impeccabile, il consolato di Recife per l’assistenza continua con la d.ssa Mantegazza”.

Non è stato possibile cremare il corpo del Calabrese perché erano in corso le indagini. Nei giorni scorsi è stato fatto il funerale e la salma è stata seppellita nel cimitero di Sao Luis. Di fondamentale importanza il supporto legale dell’Avv. Serangeli di Artena che dall’Italia ha seguito tutte le pratiche burocratiche e l’evolversi delle indagini in questi difficili giorni per i familiari di Carmelo Mario Calabrese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento