menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Movimenti occupano ex sede dei vigili: "Stop alla vendita del patrimonio pubblico"

Nel mirino la gestione capitolina del patrimonio pubblico orientata alla sua vendita. "Va recuperato per dare risposte ai problemi reali della città"

Foto Facebook Blocchi precari metropolitani

L'ex sede della polizia locale di via dei Montecatini, in pieno centro storico, è stata occupata questa mattina dai movimenti per il diritto all'abitare. Nel mirino la gestione capitolina del patrimonio pubblico orientata alla sua vendita e per un suo utilizzo per i problemi della città quali l'emergenza abitativa, gli spazi pubblici, le scuole. “Ecco come viene tenuto il patrimonio pubblico che potrebbe essere destinato ai bisogni della città” scrivono gli attivisti sulla propria pagina Facebook mostrando le immagini di scatoloni ammucchiati e sanitari rotti.  'Stronca la vendita', lo slogan. Fuori dall'immobile si è concentrato un presidio di attivisti mentre qualcuno è entrato all'interno della struttura ed esposto degli striscioni dalle finestre. 

“Da giorni, a Roma, una grande attenzione si concentra sul tema del patrimonio pubblico e della sua mala – gestione” scrivono in una nota. “Ma chi e cosa intende in realtà colpire il Prefetto Tronca? Qual è la soluzione da lui prospettata? Come intende gestire questo importante patrimonio?” continuano. “Questo non viene detto e la narrazione confusa che emerge dalle dichiarazioni e dalle cronache, sembra accreditare l’idea che il patrimonio pubblico nel suo complesso sia un peso da rimuovere ed allo stesso tempo che la legalità sia un valore in se da affermare anche a scapito della giustizia sociale”.

“Un conto è colpire “gli amici degli amici” che hanno preso (anche legalmente), possesso di un prezioso patrimonio” scrivono “altro conto è accanirsi contro chi è illegale per necessità perché non arriva alla fine del mese ed è escluso da un mercato della casa dai prezzi gonfiati e irraggiungibili”. La protesta punta quindi il dito contro l'operazione 'Affittopoli': “Oltre al conseguimento di un facile consenso mediatico, ci possano essere forti interessi economici legati alla messa a reddito o alla vendita del patrimonio capitolino”. 

Tra gli obiettivi dell'iniziativa anche quello di denunciare “l’incredibile stato di incuria e abbandono”. Per i movimenti è necessario “recuperare immediatamente tale patrimonio per dare risposte ai problemi reali, quotidiani, drammatici della nostra città: emergenza abitativa, spazi scolastici, servizi, cultura”.

montecatini-2

Foto Facebook Blocchi precari metropolitani

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • Bellissima la frase" illegale per necessità"!!!! Allora se io non ho soldi né lavoro fado a fare le rapine per necessità.......La giustizia non può farmi nulla perché sono andato contro la legge (illegale=contrario alla legge) per necessità!!! Un ragionamento un pelino contorto!!!

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Meteo a Roma, forte vento sulla Capitale: allerta della Protezione Civile

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Appia, motociclista contro auto: morto decapitato

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

Torna su