Emergenza acqua, da lunedì nasoni chiusi. 85 esclusi dal piano: gli indirizzi

30 fontanelle al giorno verranno chiuse. Ottantacinque delle circa 2800 fontanelle presenti sul territorio romano, però, resteranno escluse dal piano

Ormai ci siamo. Da domani 30 'nasoni' al giorno verranno chiusi. Un provvedimento assunto nonostante le polemiche sollevate, per contrastare gli effetti della siccità e ridurre i prelievi dal Lago di Bracciano. Come comunicato nei giorni scorsi da Acea alla sindaca Virginia Raggi, ottantacinque delle circa 2800 fontanelle presenti sul territorio romano, però, resteranno escluse dal piano. 

Il piano per i 'nasoni' di Roma

Piano di Acea che prevede la chiusura di 30 'nasoni' al giorno, da lunedì 3 luglio fino a quanto necessario, e la parallela opera di riparazione della rete esistente. Ogni 2 o 3 giorni sarà effettuato un 'check' per controllare i benefici della chiusura dei nasoni e delle riparazioni effettuate in modo da valutare le successive eventuali chiusure o riaperture delle fontanelle. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni nasoni restano esclusi dal piano

"Restano certamente escluse dalla chiusura" si legge in una lettera inviata giovedì scorso dal presidente della società, Paolo Saccani alla sindaca Virginia Raggi "tutte le fontanelle pubbliche utilizzate dall'Asl e dalla scrivente società per i campionamenti necessari al controllo della potabilità dell'acqua erogata, nonché altre fontanelle in numero compatibile con l'obiettivo di una drastica riduzione delle portate erogate, che l'Amministrazione comunale vorrà eventualmente segnalarci. Siamo perfettamente consapevoli- continua la missiva- dei disagi che tale nostra iniziativa può provocare, giustificata come detto dall'eccezionale stato di siccità, e nel confidare nella Sua comprensione e in quella dei cittadini romani, Le assicuriamo al contempo tutto l'impegno della societa' scrivente finalizzato all'efficientamento della rete". 

Gli indirizzi dei nasoni che resteranno aperti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento