Usare il cellulare sul Raccordo costa caro: valanga di multe dalla PolStrada

Gli agenti di polizia in servizio anche con auto civette. Ventitre gli automobilisti sanzionati nelle ultime ore

Una multa da 161 euro, decurtazione di cinque punti dalla patente e, in caso di reiterazione della violazione nel corso di un biennio, sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Costa caro usare il telefono cellulare alla guida, nonostante la scena oramai nota dell'automobilista che alla vista dell’auto della Polizia lancia il telefono in macchina per evitare la multa. Una situazione di pericolo per l'incolumità degli altri che ha portato nella sola mattinata di ieri gli agenti della Stradale a sanzionare 23 autisti indisciplinati sul Grande Raccordo Anulare.

PERICOLO PER TUTTI - A tal proposito gli agenti della PolStrada, proprio per il pericolo dato dal distrarsi con telefonate e messaggini, hanno messo in campo macchine civetta che consentono ai poliziotti di accertare tali infrazioni senza che l’automobilista se ne accorga in anticipo. Rispondere ad una telefonata, mandare un messaggio o essere immediatamente attratti dal bip di un “WhatsApp” in arrivo sul cellulare durante la guida, sono infatti, pratiche troppo diffuse e pericolosissime. 

DISTRAZIONE ALLA GUIDA - La distrazione alla guida è infatti una delle principali cause di incidenti stradali. E’ ormai un dato certo che la conversazione telefonica   abbassa l’attenzione in percentuali elevate e, se poi si maneggia lo smartphone per inviare un sms o farsi un selfie se ne vanno mediamente 10 secondi. Cambiando la prospettiva e trasformando la velocità di 100 chilometri all’ora nello spazio che percorriamo in un secondo, si potrebbe  dire che è come se viaggiassimo per 280 metri al buio. Se invece trasformassimo la velocità in altezza di caduta, è come se quei dieci secondi al cellulare fossero una caduta da un palazzo alto 13 piani.

MANI LIBERE AL VOLANTE - La regola è che durante la marcia è vietato al conducente fare uso di telefoni senza viva voce o auricolari: è necessario dunque, che il conducente abbia sempre le mani libere e l’attenzione ben desta. Le sanzioni previste sono tra le più severe: euro 161 e decurtazione di 5 punti a cui si aggiunge - pochi lo sanno - la sospensione della patente da 1 a 3 mesi qualora lo stesso conducente compia una violazione nel corso di un biennio. 

AUTO CIVETTA - Ma il deterrente più importante dovrebbe essere il rischio elevatissimo di incorrere in un grave incidente, spesso fatale.Nella mattinata di lunedì 17 novembre, al fine di far rispettare le regole della strada per l’incolumità di tutti quelli che la vivono come conducenti, pedoni, ciclisti, è stato organizzato un servizio di controllo con 10 poliziotti, 5 veicoli (civili e colori di polizia) che in poche ore hanno contestato 23 sanzioni per l’uso del cellulare durante la guida, 2 sanzioni per mancato uso delle cinture di sicurezza,15 mancate revisioni del veicolo, e ritirato 3 patenti per l’uso illegittimo della corsia di emergenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • non serve aumentare la pena ci vuole la certezza della pena

  • ci vorrebbero sanzioni più pesanti per chi chatta al telefono. Multe di 5000 euro, confisca (non sequestro), del mezzo e patente ritirata per 5 anni.

  • Oltre ai cellulari sarebbe da risolvere lo scandalo del Gra al buio insieme alla Roma - Fiumicin oda anni! Ma questo in un Paese Normale, non l'Italia...

  • Sarebbe ora!!!! Chi sta al volante sta al cellulare nel 90 per cento dei casi!

  • Speriamo che continuino almeno per un paio di mesi...poi il vizio passerà a molti

  • invece di 161 euro facessero multe da mille, duemila euro così la gente la smette di stare al cellulare!!! ormai tutti i cellulari hanno in dotazione gli auricolari e oltretutto, tantissime macchine, hanno il vivavoce. comunque, la stragranza maggioranza della gente, il cellulare lo usa per stare sui social network ed è pericolosissimo!!! ;-(

  • Tutti i giorni servono questi controlli ... Sperando che portano a qualcosa di concreto, anche se ci credo poco!

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Amministrative 2019, si vota il 26 maggio: tutto sui principali comuni della provincia di Roma

  • Cronaca

    Stuprata dal branco, il Questore di Roma revoca licenza al Factory Club

  • Sport

    "Che te ridi regazzì? So felice, ho la maglia della Roma": la commovente lettera di De Rossi

  • Cronaca

    Trigoria: abusi su baby calciatori, le molestie in auto fuori dal centro sportivo

I più letti della settimana

  • Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Fridays for Future e comizi elettorali: domani strade chiuse e bus deviati

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

Torna su
RomaToday è in caricamento