Vendevano alcolici fuori lo Stadio Olimpico: multa da 20mila euro per due fratelli

La sanzione elevata dagli agenti di polizia in occasione dell'incontro giocato lo scorso venerdì sera fra Roma e Fiorentina

Vendevano alcolici ai tifosi malgrado l’ordinanza prefettizia lo vietasse. Ad essere scoperti e multati nel corso dell'incontro giocato lo scorso venerdì sera allo Stadio Olimpico tra Roma e Fiorentina due fratelli residenti nella provincia di Napoli, un 62enne ed un 59enne, entrambi con precedenti di Polizia. 

MULTA DA 20MILA EURO E DENUNCIA - I due sono stati colti mentre vendevano alcolici nei pressi dell'impianto sportivo del Foro Italico dagli agenti della Divisione della Polizia Amministrativa che hanno effettuato una serie di controlli nei pressi dell'impianto sportivo. Accertata la violazione dell'ordinanza i due fratelll sono stati multati per 20mila euro. Nei loro confronti è scattata pertanto anche una denuncia per inottemperanza agli ordini dell'Autorità.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Esce per stendere i panni e il terrazzo crolla su un garage: ferito 57enne

    • Politica

      Trattenute "ingiuste" e vigili assolti per il Capodanno: "Comune dovrà pagare 3 milioni di euro"

    • Politica

      Ex Gil di Trastevere a luglio torna alla città: sarà uno spazio dedicato alla creatività

    • Cronaca

      Ucciso sul Raccordo, Budroni condannato da morto: la Corte annulla la sentenza

    I più letti della settimana

    • Incidente a Villa Torlonia: scontro tra un'auto e due moto, morto 18enne

    • Corso Trieste: albero crolla su auto parcheggiate

    • Monte Mario: picchia violentemente la figlia di 4 anni, bambina grave in ospedale

    • Scontro tra 2 tram in via Labicana: ferito lievemente un conducente

    • Maxi tamponamento sulla Flaminia: è morto uno dei feriti. Indagato l'ex calciatore Fiore

    • Portonaccio: cambia la viabilità ma nessuno ha avvisato i residenti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento