Palazzina esplosa, dopo una settimana d'agonia muore Ivano Orsini

Il decesso all'ospedale Sant'Eugenio dove il 33enne era ricoverato dallo scorso 7 settembre

L'intervento dei soccorritori in via Verga

E' morto in ospedale Ivano Orsini, il ragazzo rimasto gravemente ferito in seguito all'esplosione di una palazzina avvenuta lo scorso 7 settembre a Tor Lupara, frazione del Comune di Fonte Nuova. Trentatre anni, l'uomo era stato trasportato in condizioni disperate con ustioni sul 70 per cento del corpo all'ospedale Sant'Eugenio dove è poi morto domenica 15 settembre. 

In particolare la deflagrazione con successivo incendio avvenne nel primo pomeriggio di sabato 7 settembre in via Giovanni Verga, frazione del Comune della provincia nord est di Roma. A provocare l'esplosione un rubinetto del gas lasciato aperto con successiva saturazione dell'appartamento dove viveva Ivano Orsini.

Ingente fu lo schieramento dei soccorritori con le fiamme che interessarono quattro appartamenti, con i resdenti evacuati dai vigili del fuoco. Ad avere la peggio Ivano Orsini, trasportato in condizioni disperate con l'eliambulanza all'ospedale Sant'Eugenio dove è poi deceduto dopo 8 giorni di agonia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento