Tragedia a Fiumicino: cade dal terzo piano del parcheggio dell'aeroporto, morto un 30enne

A dare l'allarme alcuni addetti ai lavori. Inutili i soccorsi. Si indaga per determinare le cause della morte

Un uomo di 30 anni è morto ieri, giovedì 28 marzo, nel parcheggio dell'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino. La tragedia è avvenuta tra i settori B e C delle soste a pagamento. A dare l'allarme alcuni addetti ai lavori che hanno chiamato la Polizia. Sul posto anche il personale medico ma per il ragazzo non c'era nulla da fare.

Ad aiutare le indagini anche la squadra della Scientifica per le analisi del caso, utili per ricostruire la dinamica della morte. Il giovane, secondo le testimonianze e le prime risultanze investigative, è caduto dal terzo piano del parcheggio finendo tra i settori B e C, poco dopo e 20:30. 

Secondo i primi riscontri della Polizia il 30enne non sarebbe stato spinto da nessuno. Senza documenti, era vestito in tuta. In quel parcheggio, secondo i racconti di chi è stato ascoltato, in molti si dilettano con il parkour, la disciplina che consiste nell'eseguire un percorso, superando qualsiasi genere di ostacolo, adattando il proprio corpo all'ambiente circostante.

E' possibile che il ragazzo possa essere scivolato, quindi caduto dal terzo piano del parcheggio. Una ipotesi che, al momento, non viene scartata. Chi indaga non esclude però nessuna pista, neanche quella dell'estremo gesto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento