Morto Fernando Aiuti, immunologo pioniere della lotta all'Aids. Indaga la Procura

Era ricoverato al Gemelli, secondo il Policlinico il decesso è avvenuto per le conseguenze di una caduta

FOTO MASSIMO PERCOSSI / ANSA

E' morto a Roma l'immunologo Fernando Aiuti, pioniere della ricerca e della lotta contro l'Aids. Aiuti aveva 84 anni ed era ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma. La Procura ha aperto un fascicolo, non escludendo l'ipotesi del suicidio. La Fondazione policlinico universitario Agostino Gemelli Ircc, in una nota, spiega: "Il Professore era ricoverato per il trattamento di una grave cardiopatia ischemica da cui era da tempo affetto e che lo aveva già costretto ad altri ricoveri e a trattamenti anche invasivi. Più recentemente il quadro cardiologico si era aggravato evolvendo verso un franco scompenso cardiaco, in trattamento polifarmacologico".

"La morte è sopravvenuta per le complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente il reparto di degenza", si legge. 

Fernando Aiuti, nato a Urbino l'8 giugno del 1934, per quasi trent'anni è stato professore ordinario di Medicina Interna, Direttore e Docente della Scuola di Specializzazione in Allergologia e Immunologia Clinica, coordinatore del Dottorato di Ricerche in Scienze delle Terapie Immunologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, era ancora in attività come specialista in Malattie Infettive e Immunologia Clinica.

Nel 1991 fece il giro del mondo la foto che lo immortalava mentre, durante un congresso in cui si discuteva delle cause di contagio dell'Aids, baciò sulla bocca una donna sieropositiva, per dimostrare che il virus non poteva essere trasmesso attraverso la via orale.

"Esprimo profondo rincrescimento e cordoglio per la scomparsa di una eccellenza italiana nel campo della medicina e al contempo auspico che l'inchiesta aperta dalla Procura quanto prima faccia piena luce sull'accaduto". Afferma in una nota il consigliere regionale del Lazio, Laura Cartaginese.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • A uomini come lui vanno dedicate le vie e le piazze del Lazio..... Rispetto e silenzio sul motivo della sua morte se sospettano il suicidio... La, se fosse vero che un uomo di scienza come lui, ha deciso di morire in tal modo va comunque rispettato.... Evidentemente non voleva vivere da malato.....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Accoltellato fuori dalla stazione Termini, la Questura indaga su movente religioso. Salvini: "Più controlli nei luoghi islamici"

  • Tor Sapienza

    Orti, boschi urbani e una Casa delle arti e dei mestieri: così rinascerà il Parco Giorgio De Chirico a Tor Sapienza

  • Cronaca

    Prati: molotov contro sede della Lega a Pasquetta. "Non ci faremo intimidire"

  • Politica

    Il debito di Roma mette alla prova il Governo: in consiglio dei ministri il decreto crescita, Lega e M5s divisi

I più letti della settimana

  • È morto Massimo Marino, personaggio cult delle notti romane

  • Giustiniana, bimbo di 8 anni precipita dal quinto piano

  • Perde controllo dell'auto e si ribalta in una cunetta, tre feriti. Due sono gravi

  • Scuola: 18 istituti della Capitale restano aperti anche per Pasqua

  • Amazon apre a Settecamini: nuovo deposito smistamento a Roma, previsti 115 posti di lavoro

  • Valmontone: scontro auto-moto, due feriti. Una è la moglie di Cerci

Torna su
RomaToday è in caricamento