Schiacciato dal muletto con cui stava lavorando: morto operaio a Case Rosse

Per il 58enne non c’è stato nulla da fare. La tragedia in via Civitacampomarano

Tragedia sul lavoro a Case Rosse dove è morto un operaio. L’incidente intorno alle 9:30 di mercoledì 6 maggio in via di Civitacampomarano dove il lavoratore, romano di 58 anni, è rimasto schiacchiato dopo il ribaltamento del muletto con il quale stava lavorando.

Allertati i soccorritori sul posto sono intervenute le ambulanze del 118, i vigili del fuoco della caserma di Tivoli e gli agenti del commissariato San Basilio di polizia. Per il 58enne però non c’è stato nulla fa fare, è deceduto sul colpo in seguito all’incidente. 

Delimitata la zona dove è avvenuto l’incidente sul lavoro, sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia scientifica, il medico legale e gli ispettori della Spresal ASL RM2 per gli accertamenti di rito. 

Affida ad una nota tutto il proprio sconforto l'assessore  al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Claudio Di Berardino: "Non ci siamo. Proprio questa mattina durante la riunione settimanale del Tavolo sulla Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro finalizzata a monitorare l'attuazione dei protocolli sottoscritti a livello nazionale dal 14 marzo e seguenti proprio per la salute e sicurezza sul lavoro, ho insistito molto con le parti sociali affinché, soprattutto in questa fase di riavvio o potenziamento delle attività, non sia la fretta a condizionare i ritmi di lavoro, bensì vi sia una discussione in tutti i luoghi di lavoro tra azienda e rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e l'organizzazione del lavoro. Tale metodologia è una condizione improrogabile, anche perché oggi, a distanza di pochi giorni dall'incidente di Frosinone, registriamo la seconda vittima sul lavoro nella nostra regione. Alla luce di questa terribile notizia abbiamo riconvocato immediatamente tutti i componenti della Task Force sulla vigilanza istituita per coordinare al meglio l'attività in materia di sicurezza. L'incontro si terrà domani pomeriggio. Ai familiari del vanno le nostre condoglianze e la nostra vicinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non smetteremo mai di denunciare l'urgenza di una seria riforma nell'ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, e invitiamo il Governo a intervenire con misure concrete e non solo con le buone intenzioni. Come sindacato siamo attivi sul territorio con la manifestazione ‘Lavorare per Vivere’, volta proprio a sensibilizzare l'opinione pubblica sul fenomeno delle ‘morti bianche’. E’ ora di dire basta a queste stragi silenziose", dichiara Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento