La Lazio piange Attilio Nardi: tifoso storico e voce grossa della Tevere parterre

Il cordoglio del mondo del tifo biancoceleste per la scomparsa dell'uomo: alle spalle 50 anni di stadio, trasferte e ritiri estivi. Le sue ultime parole: "Chi non va allo stadio si perde amici ed emozioni"

Attilio Nardi (foto profilo facebook)

"Attilio non mollare. C.N. Lazio", così i tifosi della Curva Nord Gabriele Sandri avevano manifestato vicinanza nel corso del match giocato allo stadio Olimpico e vinto contro il Cluji lo scorso 29 novembre ad Attilio Nardi, storico tifoso della SS Lazio. 

E' morto Attilio Nardi: storico tifoso della Lazio 

A ringraziarli sulla propria pagina facebook lo stesso sostenitore biancoceleste, venuto a mancare nella giornata di martedi 3 dicembre.

Attilio Nardi dopo aver visto lo striscione esposto per lui dagli amici della Nord li aveva ringraziati sulla propria pagina facebook: "Cari amici, ieri sera vedendo quello striscione a me dedicato mi ha fatto capire che di 50 anni di stadio non ne è stato sprecato neanche uno. La Curva Nord, la Tevere e tutta la tifoseria Laziale è fatta di gente vera, reale e con un cuore generoso che è capace di supportarti nei momenti difficili che la vita ti costringe ad affrontare".

Il messaggio di Attilio Nardi per i tifosi della Lazio

"Per ultimo vorrei dire a chi può ma non va allo stadio - si legge nel post ancora visibile sulla bacheca di Attilio Nardi -  non vi perdete solo una partita, la gioia di una vittoria, la speranza dopo una sconfitta, vi perdete l'amico che hai a fianco con cui condividi queste emozioni, su cui puoi contare nei momenti più bui. Grazie a tutti amici miei, vi abbraccio con tanto affetto e ci vedremo presto allo stadio".

Attilio però, stremato dalla malattia che lo ha colpito, non ce l'ha fatta. Almeno fisicamente non varcherà più la soglia dello Stadio Olimpico, di tutti gli stadi italiani ed europei che nel corso degli anni ha raggiunto: sempre al seguito della sua Lazio. 

Attilio la voce grossa della Tevere parterre 

Attilio Nardi era un tifoso laziale DOC: sempre presente e ovunque, conosciuto e rispettato. Ultras storico tra quelli nati negli anni'60, esempio di lazialità per le generazioni più giovani: con loro, gli amici di sempre e quelli acquisiti nel tempo, condivideva stadio, trasferte e passione per la Lazio. Non mancava di dispensare anche consigli enogastronomici, Attilio. Un punto di riferimento per tutti. 

Oggi è un'altra stella nel firmamento biancoceleste. Con la sua scomparsa la Tevere parterre, il settore di Attilio che domenica gli ha dedicato un altro striscione "Daje Attilio Combatti", perde carisma e voce grossa. 

Il cordoglio dei tifosi della Lazio per Attilio Nardi

Restano per tutti i suoi insegnamenti con le sue ultime parole rivolte ai tifosi laziali a risuonare come un vero e proprio testamento.  

"Di queste parole andrebbe semplicemente fatto un manifesto da scolpire nella pietra. Fa buon viaggio Attilio" - il ricordo di Francesca Turco giornalista e speaker radiofonica laziale. 

Uno tra i migliaia di messaggi di cordoglio e attestati di stima per Attilio Nardi, intramontabile voce della Tevere: eterno tifoso della Lazio. 

Striscione Curva Nord Attilio Nardi (buona)-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Un uomo li truffa, loro reagiscono: lo sequestrano e lo pestano riducendolo in fin di vita

Torna su
RomaToday è in caricamento