Aranova e Ladispoli in lacrime: Guenda e Rafal vittime di un incidente frontale

Guendalina Bernardini e Rafal Marcin Zarazinski sono morti sul colpo, vittime di un drammatico incidente avvenuto a Cerveteri via Settevene Palo, nei pressi di un supermercato Pam

Guendalina Bernardini e Rafal Marcin Zarazinski. Due vittime di un atroce destino. Lei, studentessa lavoratrice di 27 anni di Aranova. Lui, in Italia da tempo e dipendente 39enne in una ditta di Ladispoli. Uno scontro fatale che li ha visti coinvolti sabato sera intorno alle 22, in via Settevene Palo, a Cerveteri.

Irriconoscibili le due auto, la Citroen C1 guidata da Guenda e la Pegeout 208 intestata a una società, al cui volante c'era Rafal, accartocciate l'una contro l'altra tanto che i Vigili del Fuoco sono intervenuti per estrarre i corpi delle vittime dalle lamiere. Vani i soccorsi del personale sanitario del 118, entrambi sono infatti morti sul colpo.

Secondo una prima ricostruzione, sembrerebbe che Rafal, complice forse l'asfalto reso viscido dalla pioggia, abbia invaso la carreggiata opposta centrando in pieno l'auto sulla quale viaggiava Guenda. 

Simone, un testimone, ha postato su Facebook un suo drammatico ricordo della serata: "Mi sono fermato appena accaduto, ho cercato di fare il possibile chiamando tutti i soccorsi. Ho ascoltato i vostri respiri, deboli ma c'erano, 45 minuti di rianimazione su strada. Ho cercato vostre notizie on-line ed ecco, mi ritrovo a scrivervi queste ultime parole di addio impotente di far altro. Non so di chi sia la colpa, ne le cause, ma a cosa serve? Voi siete ormai nella mia mente, e nel mio cuore. Riposate in pace, che la terra vi sia lieve".

incidente-9-22-2-2

Rafal, che aveva parenti tra Ladispoli e Cerveteri amava la montagna, la natura ed era dipendente per la società italiana ed era uscito a comprare il latte per sua figlia di sei mesi. "Una bravissima persona", lo ricordano gli amici che lo chiamavano Raffaele. Guenda, ragazza solare, studiava all'università La Sapienza e lavorava come barista al Gran Caffè di Aranova

Lei, residente a Fiumicino, era a Cerveteri col suo fidanzato e con amici, quando decide di tornare a casa. Destinazione mai raggiunta. La drammatica notizia, in poche ore, ha fatto così il giro del web. "Eri il sorriso di tutti e ne avevi uno per tutti. Penso a quanto siamo stati uniti come fratelli per i momenti passati e ti farei vedere come lo stiamo facendo per te", scrive Lorenzo sui social. 

Testimonianze che si moltiplicano, con ricordi, foto e video. "Racconteremo al mondo di te e di cosa significa essere fratelli nella vita e per la vita. Continueremo a sorridere come ci hai insegnato tu..continueremo a tenerci per mano come abbiamo sempre fatto, a prendersi cura uno dell'altro, dei più grandi e dei più piccoli da sempre e per sempre", sottolinea invece Edoardo nel suo ricordo. 

Oggi lunedì 6 marzo amici e parenti di Guenda si sono dati appuntamento alle ore 14:30 presso la Capannina di Maccarese per un ultimo saluto. La cerimonia sarebbe stata organizzata in forma laica secondo le volontà della ragazza rese note ad amici. "Non voleva i funerali", dice Sara. Il corteo partirà alle ore 14:30 dal cimitero nuovo di Cerveteri ed arriverà allo stabilimento di Maccarese. Poi amici e parenti accompagneranno Guenda al cimitero di Palidoro per dirle addio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento