Scontro tra auto: 2 morti, conducente fermato per omicidio stradale. Era positivo agli oppiacei

Il 28enne è ritenuto responsabile del reato di "omicidio stradale e guida in stato di alterazione psicofisica", dovuta all'assunzione di sostanze stupefacenti

E' stato fermato ad Ostia, il cileno di 28 anni ritenuto responsabile del reato di "omicidio stradale e guida in stato di alterazione psicofisica", dovuta all'assunzione di sostanze stupefacenti. Si tratta del conducente della Suzuki che nella serata del 13 aprile si è schianta contro una Lancia lungo la superstrada Cassino-Atina

Il 28enne è stato bloccato dai militari della Sezione Operativa e Radiomobile della Compagnia di Cassino, congiuntamente ai militari del Comando Compagnia Carabinieri di Ostia. L'uomo, lo scorso sabato sera, era al volante dell'auto che ha provocato l'incidente mortale avvenuto sulla Sora-Cassino.

Nell'incidente due persone sono morte. Ferita gravemente una bambina. Gli accertamenti clinici hanno rivelato che il 28enne fermato ieri pomeriggio ad Ostia, fosse al volante sotto l'effetto di oppiacei.

Domenica si era allontanato dall'ospedale facendo perdere le proprie tracce, mercoledì è stato rintracciato e bloccato. Accompagnato presso gli uffici dei Carabinieri, è stato dichiarato in stato di fermo con l'accusa di omicidio stradale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento