Morte Desirée Mariottini: Tribunale Riesame annulla accusa omicidio per due degli arrestati

Caduta anche l'accusa di violenza sessuale di gruppo per Chima Alinno e Brian Minthe, mentre resta quella per spaccio di droga

Via dei Lucani 22 a San Lorenzo

Il Tribunale del Riesame ha fatto cadere l'accusa di omicidio per due degli arrestati per la morte Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina, trovata morta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre in un edificio abbandonato in via dei Lucani, a San Lorenzo. 

Si tratta di Chima Alinno, il 47enne nigeriano e di Brian Minthe, 43 anni senegalese. Per i due, che restano comunque in carcere, cade anche l'accusa  di violenza sessuale di gruppo in abuso sessuale su minore mentre resta quella per spaccio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domani intanto è fissata l'udienza del Riesame per Mamadou Gara, il terzo africano arrestato a Roma: a questo punto anche per lui potrebbe cadere l'accusa di omicidio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento