Morte Beau Solomon, assolto Massimo Galioto. "Non ha commesso il fatto"

E' la decisione dei giudici della III corte d'assise di Roma nei confronti di Massimo Galioto, il clochard di 44 anni accusato di aver gettato nel Tevere lo studente americano Beau Solomon

Il Tribunale di Roma ha assolto "per non avere commesso il fatto" Massimo Galioto dall'accusa di omicidio volontario per la morte del 19enne studente americano, Beau Solomon, annegato nel Tevere nel 2016 e il cui corpo fu ritrovato il 4 luglio dello stesso anno.

Secondo gli inquirenti, che per il clochard avevano chiesto l'ergastolo, Galioto avrebbe avuto un violento litigio con lo studente della Università John Cabot, che passeggiava sulla banchina del Tevere, a poca distanza dall'isola Tiberina. Galioto avrebbe spintonato Beau dandogli due calci e scaraventandolo nel fiume. Ma i giudici non hanno riconosciuto questa ricocostruzione dei fatti.

Beau Solomon, lo studente americano che da bambino sconfisse il cancro

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento