Trovata svenuta in strada a Porta Furba, muore in ospedale: la morte di Antonella Brunella è un giallo

Antonella Brunella è deceduta la notte del 23 gennaio dopo essere stata accompagnata da un 30enne al nosocomio di via dell'Acqua Bullicante in condizioni disperate

L'ospedale Vannini (foto google)

E' deceduta in ospedale a 23 anni per un "arresto cardiocircolatorio", causato presumibilmente da una overdose. A tingere di giallo la morte di Antonella Brunella le versioni discordanti riferite ai medici del pronto soccorso ed ai carabinieri dal ragazzo che l'ha trasportata al Vannini in condizioni critiche, un suo amico di 30 anni, anch'egli romano.

Morta subito dopo l'arrivo in ospedale, nonostante un tentativo di rianimazione da parte del personale medico dell'Istituto Figlie di San Camillo, il 30enne ha infatti riferito due versioni discordanti. Ai medici ha infatti detto di conoscere la giovane residente al IV Miglio solo di vista e di averla trovata priva di sensi in un giardino. 

Versione che però il 30enne non ha confermato ai carabinieri della Stazione Roma Torpignattara a cui ha detto di non conoscere la ragazza e di averla vista svenuta in strada in via di Porta Furba, angolo via della Batteria di Porta Furba,  mentre transitava con la sua auto. Poi, sempre secondo la testimonianza riferita dal ragazzo ai militari dell'Arma, avrebbe deciso di caricarla in auto e di accompagnarla in ospedale, dove è poi deceduta poco dopo.

Una morte per probabile overdose, con il personale medico che non ha riscontrato sul corpo della ragazza segni di violenza di natura traumatica. Ascoltato il personale del Vannini e le parole del ragazzo, i carabinieri hanno quindi informato la Procura ed hanno proceduto a sequestrate il telefono e l'auto del giovane, iscrivendolo di fatto nel registro degli indagati.

Gli inquirenti vogliono infatti fare piena luce sulla morte di Antonella Brunella, madre di un bimbo piccolo, e comprendere se l'eventuale sostanza stupefacente che avrebbe determinato il decesso della 23enne per overdose le sia stata fornita proprio dall'amico. Aspetto che, se accertato, potrebbe portare il ragazzo a rispondere delle accuse di "morte in conseguenza di altro delitto". 

Un atto dovuto, da quanto si apprende da fonti investigative, al fine di fare piena chiarezza sulla morte di Antonella Brunella, soprattutto alla luce delle versioni discordanti che l'uomo ha reso a carabinieri e medici del pronto soccorso del nosocomio di via dell'Acqua Bullicante.

Dubbi sui quali attendono risposte i familiari di Antonella Brunella, soprattutto in relazione a due aspetti: cosa ha fatto e dove si trovava la 23enne nelle ore precedenti al decesso? E soprattutto perchè l'amico che l'ha trasportata al Vannini ha fornito versioni discordanti sull'accaduto? 

Disposta l'autopsia per accertare le cause della morte della ragazza, la salma di Antonella Brunella è stata traslata all'Istituto di Medicina Legale dell'università La Sapienza a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

  • Blocco traffico: a Roma oggi domenica senza auto nella fascia verde, tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento