Monterotondo, Acli Roma: inaugurazione della nuova sede caf, patronato e circolo

"Si aggiunge alla nostra presenza sul territorio, sempre più ramificata anche in provincia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Domani, mercoledì 29 marzo 2017, a partire dalle ore 17 le ACLI di Roma e provincia inaugureranno la nuova sede di Patronato e CAF in via Salaria 231 a Monterotondo (RM) grazie alla fattiva collaborazione con il Circolo ACLI "Associazione Culturale della città di Monterotondo" e all'impegno e volontà del suo presidente Lauro Salvucci. Presiederà l'inaugurazione Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma e provincia. Il Patronato e il CAF delle ACLI di Roma (che saranno aperti rispettivamente il lunedì e il mercoledì dalle 9 alle 16.30 e il sabato dalle 9 alle 13) coniugano la competenza di un servizio altamente professionale con uno stile accogliente tipico delle ACLI. L'obiettivo è quello di promuovere attività e servizi di assistenza nei confronti della persona, della famiglia, dei lavoratori, delle imprese e degli immigrati. Il tutto per garantire l'accesso ai diritti, il conseguimento di prestazioni previdenziali, assistenziali e sanitarie, consulenza fiscale e agevolazioni sociali, contabilità per professionisti, associazioni e imprese. Modello 730 e UNICO, calcolo IMU/TASI, compilazione DSU (ISEE), calcolo TFR, consulenza sui contratti di lavoro e sulle buste paga, rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno, ricongiungimenti familiari e molto altro. Il Circolo ACLI "Associazione Culturale della città di Monterotondo", invece, proporrà momenti aggregativi, esigibilità dei diritti, corsi antitruffa per anziani e molte altre attività a favore della popolazione. "Un altro tassello, dopo l'inaugurazione di Guidonia e Carpineto, - dichiara Lidia Borzì, presidente delle ACLI di Roma e provincia - si aggiunge alla nostra presenza sul territorio, sempre più ramificata anche in provincia. Gli sportelli di CAF e Patronato e le sedi dei Circoli rappresentano veri e propri presidi di welfare che ci consentono di avere un rapporto diretto con la popolazione e intercettare i problemi e le esigenze. In un momento in cui i bisogni crescenti sono sempre più complessi è fondamentale rafforzare il nostro impegno nel territorio cercando di offrire risposte concrete ed efficaci".

Torna su
RomaToday è in caricamento