Cinquina: litiga con la figlia e la minaccia con un coltello, in manette padre violento

Le violenze in un appartamento di via Emilio Teza. Il 46enne è stato poi arrestato dai carabinieri

Attimi di paura, ieri sera, per una 25enne romana che, durante una banale lite con il padre, si è trovata puntata contro un coltello da cucina e minacciata. I Carabinieri della Compagnia di Roma Cassia intervenuti hanno arrestato l’uomo, un 46enne romano, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

LITE IN CASA - A seguito della richiesta di aiuto della figlia, i Carabinieri sono intervenuti nell’abitazione dove risiedono entrambi, in via Emilio Teza, zona Cinquina-Tor San Giovanni. La giovane ha denunciato ai militari di aver avuto una lite, scaturita per futili motivi, con il padre che, all’improvviso, ha impugnato un coltello da cucina e l’ha minacciata pesantemente.

CARABINIERI AGGREDITI - Per sottrarsi all’identificazione, l’uomo ha aggredito i Carabinieri colpendoli violentemente e spintonandoli, ma è stato immediatamente bloccato. L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento