"Ti sfascio il locale", cliente rapinatore minaccia negoziante che lo aveva denunciato

Il 35enne era stato identificato mediante l'identikit fornito ai carabinieri dalla vittima. I fatti in via Ciamarra

E' tornato nel negozio che aveva rapinato alla Garbatella: "Ritira la denuncia o ti sfascio il locale". Per questo un 35enne romano, oltre a dover rispondere del reato di rapina dovrà farlo anche per un tentativo di estorsione. A mettere fine alle sue gesta i carabineiri della locale stazone che lo avevano dapprima riconosciuto quale responsabile di una rapina messa a segno lo scorso mese di marzo in un esercizio commerciale di via Guglielmo Ciamarra

Incastrato dall'identikit 

Ad incastrarlo, l’identikit fornito ai  Carabinieri dalla titolare del negozio e che successivamente durante la visione di vari fascicoli fotografici, l’ha riconosciuto come suo cliente abituale. Venuto a conoscenza della denuncia presentata a suo carico, ieri mattina, il rapinatore è ritornato presso l’esercizio commerciale e ha minacciato di sfasciare il locale, pretendendo  dalla donna il ritiro della denuncia.

Minacce alla titolare del negozio

Un dipendente presente nel negozio ha subito allertato il 112 e dopo pochi minuti una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma è giunta sul posto bloccando il malvivente, evitando conseguenze più gravi, e lo hanno arrestato. L’uomo è stato portato in caserma dove sarà trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà rispondere di tentata estorsione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

Torna su
RomaToday è in caricamento