"Infami, ora ve servono i carri armati": la rabbia delle donne degli Intoccabili del Tufello sotto la Questura

Appena dopo il blitz della Polizia le mogli e le fidanzate degli arrestati hanno insultato le forze dell'ordine. Il sottosegretario di stato al Ministero dell'Interno: "Lo Stato è presente con i fatti"

Si sono presentate fuori la Questura, negli uffici di via di San Vitale, a Roma. Avevano portato anche cornetti e caffè, con la speranza di vedere i propri cari. Cosa impossibile, perché erano stati tutti appena arrestati. E' quanto successo ieri mattina, dopo il maxi blitz della Polizia al Tufello che ha portato all'arresto di 20 persone (qui la notizia completa). 

L'operazione, che ha smantellato il sodalizio criminali con a capo due romani, Christian Primavera e Fabio Guida, ha scosso il popoloso e popolare quartiere del municipio di Montesacro alle prime luci di giovedì 8 novembre. Ieri, mentre gli uomini venivano portati in Questura, prima degli obblighi cautelari ai quali sono stati sottoposti, le loro moglie e fidanzate hanno fatto lo stesso tragitto. 

Tutti i nomi degli arrestati

Al divieto, scontato, di vedere i proprio cari nei momenti dell'arresto, le donne hanno iniziato a lanciare insulti e minacce dirette ai poliziotti gridando, sotto gli uffici della Questura. "Infami, ora nel quartiere potete entrare solo con i carri armati", questo il succo del messaggio ripetuto più volte dalle 7 donne presenti. Una situazione che gli agenti hanno vigilato con professionalità, limitandone il furore.

Luigi Gaetti, sottosegretario di stato al Ministero dell'Interno, ha voluto così esprimere la propria vicinanza ai poliziotti: "Voglio ringraziare le donne e gli uomini delle forze dell'ordine per la brillante operazione anti droga. Un sentito ringraziamento anche ai magistrati della DDA della capitale per il loro impegno. Negli ultimi tempi in molti quartieri di Roma le organizzazioni criminali hanno manifestato e concretizzato un modello di sviluppo criminale di stampo mafioso, è compito prioritario di tutte le istituzioni statali e locali contrastare quest'evoluzione criminale. Lo Stato è presente con i fatti e questo deve servire da messaggio anche a tutti i cittadini che per anni sono state vittime di questo sistema mafioso nei loro quartieri".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • fate pulizia completa del quartiere.

  • pensa sti poliziotti,devono subire pure minacce,bello il suggerimento dei carri armati,ripulirebbero il quartiere.

  • Io ce li porterei veramente i carri armati, almeno fanno un pò di Km, sennò arruginiscono

  • È una guerra persa in partenza con le leggi in Italia. Tanta fatica tanto lavoro e sperpero di denaro per portare a termine queste operazioni di polizia per poi sentire il giorno dopo che sono a casa..incensurati.. ai domiciliari..E sconti pena e sconti di qua e di là. Tornasse Mussolini allora Si..che tornerebbe tutto nella norma. Visto e fatica sprecata!

  • Esatto ! Dite loro di non preoccuparsi presto faranno ritorno a casa tanto al massimo gli daranno gli arresti domiciliari

  • Avatar anonimo di Andrea
    Andrea

    Sono già a casa agli arresti domiciliari

  • Fare piazza pulita,..A questo punto !! Tutti dentro !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rimossa la favela di viale della Serenissima: 60 persone disperse sul territorio. Sequestrata l'area

  • Politica

    Strade, l'assessora Gatta: "Ora basta associare Roma alla parola buche"

  • Politica

    M5s vuole il car sharing anche in periferia: l'obiettivo è allargare la mappa di copertura dei tre operatori

  • Politica

    Ippodromo Capannelle, per la riapertura c'è un piano b: il Campidoglio pensa ad una società in house

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

  • Cinecittà est: 22enne trovata morta nel bagno di un bar

  • Lunedì sciopero nazionale dei trasporti: a Roma regolari i mezzi Atac e Roma Tpl. A rischio corse Cotral

  • Sciopero oggi a Roma: metropolitane e bus a rischio. Il punto della situazione

Torna su
RomaToday è in caricamento