Paura al San Giovanni: non può entrare con la compagna e punta coltello alla gola della dottoressa

Le minacce al pronto soccorso del nosocomio di via dell'Amba Aradam. "Non è rimasta ferita ma ha avuto un affaticamento psicologico"

L'ospedale San Giovanni Addolorata (immagine di repertorio)

Ha puntato un coltello alla gola della dottoressa mentre si trovavano al Pronto Soccorso. Motivo delle minacce il diniego da parte dei medici del nosocomio di far entrare l'uomo a visita con la compagna. I fatti sono accaduti all'ospedele San Giovanni Addolorata. A raccontarlo il direttore generale del nosocomio di via dell'Amba Aradam, Ilde Coiro, durante l'incontro con l'Ordine dei Medici di Roma e l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, che volgeva proprio sul fenomeno della aggressioni al personale medico. 

Coltello alla gola della dottoressa 

Quel giorno, ricorda il direttore generale dell'ospedale San Giovanni  "era arrivata al Pronto soccorso una coppia e quando la dottoressa ha chiesto all'accompagnatore di allontanarsi per visitare la signora, lui ha dato in escandescenze e ha puntato un coltello alla gola della dottoressa - ha raccontato Coiro -. Sono intervenuti gli operatori. Allora lui ha iniziato a fare atti di autolesionismo e l'abbiamo dovuto ricoverare. La signora è andata via. Era una persona che frequentemente si recava presso la nostra struttura. Evidentemente si trattava di un episodio di violenza sulle donne, e aveva paura. La dottoressa non è rimasta ferita, ma si è molto spaventata. Ha avuto un affiancamento psicologico". 

Il grido d'allarme, medici ed infermieri aggrediti: "Oltre 100 episodi all'anno nel Lazio" 

Dottoressa minacciata all'ospedale San Giovanni Addolorata 

Coiro ha sottolineato che "al San Giovanni c'é un sistema che consente ai parenti di vedere il percorso dei malati, però capitano purtroppo episodi come questi in cui é difficile controllare reazioni simili. Noi cerchiamo di fare il possibile. Il progetto del Servizio civile finanziato dalla Regione Lazio con i ragazzi che avevano l'incarico di fare affiancamento e accoglienza e' stato importantissimo. Poterlo ripetere sarebbe una opportunità in più".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento